Riqualificazione Villa comunale a Vittoria: apertura prevista a giorni

Riqualificazione Villa comunale a Vittoria: apertura prevista a giorni

VITTORIA – Terminati i lavori, così come annunciato dal primo cittadino, verrà riaperta a giorni la Villa comunale di Vittoria.

Arriva la nota del gruppo di Fratelli d’Italia che ricostruisce l’iter di finanziamento e lancia un appello all’unità e alla condivisione rivolto al sindaco.


“Finalmente un momento che tutti i cittadini aspettavano da tempo: la riapertura della Villa Comunale. Lavori di riqualificazione che sono stati eseguiti grazie a un finanziamento ottenuto dall’amministrazione Moscato – uno dei tanti, visto che sono stati incamerati in 18 mesi circa 30 milioni di euro per opere pubbliche – di 600mila euro a valere sulla azione 9.6.6 del Po Fesr 2014/2020 che prevedeva la riqualificazione ambientale e messa in sicurezza del nostro polmone verde”, spiegano.

Un finanziamento ottenuto grazie alla lungimiranza dell’amministrazione e al lavoro serio e indefesso degli uffici comunali – continua la nota di Fratelli d’Italia dei nostri tecnici. Il progetto è poi andato avanti sotto la gestione commissariale e l’attuale amministrazione ne ha raccolto i frutti“.

“Quindi, vista l’eccezionalità dell’evento, sarebbe importante poter condividere con tutte le forze politiche questo traguardo e la conseguente riapertura della Villa Comunale. Sarebbe un segnale di condivisione poter assistere a una cerimonia congiunta e partecipata per dimostrare che la città è una e una soltanto e che si deve lavorare per i suoi interessi”, precisa.

Poi gli esponenti di Fratelli d’Italia concludono: “Aiello in campagna elettorale aveva detto che sarebbe stato il sindaco ‘di tutti’ e il sindaco ‘con il sorriso’: auspichiamo che questa possa essere l’occasione di una reale condivisione di importanti obiettivi raggiunti grazie all’operato di chi lo ha preceduto. Continueremo a vigilare sui tanti finanziamenti da portare a termine: lungomare, piccola pesca, periferie diffuse, acquisto bus elettrici, centro sociale giovanile”.