“Revenge Porn”, diffonde immagini intime delle sue ex: conclusione indagini per un 43enne

“Revenge Porn”, diffonde immagini intime delle sue ex: conclusione indagini per un 43enne

PACHINO – Nella giornata di ieri, il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Pachino (SR) ha notificato l’avviso di conclusione indagini, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa, nei confronti di B.M., 43 anni, per i reati di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti, tentata violenza privata e sostituzione di persona, nei confronti di due donne residenti nella provincia di Ragusa.


L’avviso della conclusione delle indagini preliminari giunge all’epilogo di una delicata attività investigativa condotta dagli agenti a seguito della denuncia sporta dalle vittime che, in tempi diversi, hanno avuto una relazione sentimentale con l’indagato, residente a Pachino. Successivamente alle separazioni, l’indagato aveva più volte tentato di riallacciare i rapporti con le due donne, minacciandole di diffondere le foto e i video in suo possesso che le avevano ritratte in atteggiamenti intimi.


I risultati conseguiti dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Pachino hanno messo in luce un vero disegno criminoso architettato dal 43enne, che ha creato un falso profilo nei noti social network, attraverso il quale, sostituendosi alle vittime, ha inviato agli amici delle stesse le immagini che le ritraevano in atteggiamenti sessualmente espliciti.

Gli elementi di prova raccolti nel corso delle indagini hanno evidenziato un quadro accusatorio di assoluta gravità indiziaria per i fatti contestati che si fondano sulle scrupolose attività di indagine svolte dagli agenti.

Immagine di repertorio