Incrocia la ex fidanzata in strada e la picchia, scatta l’inseguimento con i carabinieri: arrestato 46enne

Incrocia la ex fidanzata in strada e la picchia, scatta l’inseguimento con i carabinieri: arrestato 46enne

RAGUSA – I controlli dei carabinieri del comando provinciale di Ragusa continua a tappeto nel territorio della compagnia carabinieri di Vittoria che hanno organizzato con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato carabinieri “Sicilia e della Squadra d’Intervento Operativo di Palermo” un ventaglio di servizi finalizzati al contrasto dei reati predatori nelle aree rurali della giurisdizione, in particolare, nel comune di Vittoria e di Comiso, razionalizzando le unità di militari in forza ai reparti del comando compagnia carabinieri di Vittoria.

Il servizio straordinario di controllo del territorio “ad alto impatto” costituisce l’immediata e pronta risposta dell’Arma dei carabinieri alle esigenze di sicurezza che da più parti si innalzano. Al termine dei servizi del 24 aprile i carabinieri hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per atti persecutori e lesioni personali ai danni dell’ex fidanzata, un bracciante agricolo vittoriese di 46 anni che ha anche reso resistenza a pubblico ufficiale.


Durante la nottata l’aggressore ha intercettato la sua ex fidanzata a bordo della sua autovettura, una badante rumena di 43 anni, dalla quale non accettava che la stessa volesse interrompere la relazione sentimentale ha inseguito e picchiato la ragazza strappandole il telefonino.

Il tempestivo intervento dei militari che la donna era riuscita a contattare poco prima ha evitato un epilogo certamente più funesto per la donna, l’aggressore si è messo in fuga e dopo un rocambolesco inseguimento per le vie di Comiso sino a Vittoria veniva bloccato e arrestato dai carabinieri.

La donna è rimasta ferita al volto e alla mano destra con pochi giorni di cure, l’aggressore è stato trasferito nel proprio domicilio al regime degli arresti domiciliari. Già qualche settimana prima la donna lo aveva denunciato per analoghi fatti.

Inoltre, sono stati denunciati in stato di libertà per porto ingiustificato di armi e oggetti atti ad offendere, un ragazzo di Comiso di 20 anni per avergli trovato una mazza da baseball della lunghezza di 84 cm di cui non ha saputo giustificarne il possesso; per omessa custodia delle armi e omessa denuncia di munizionamento un pensionato vittoriese di 69 anni a cui venivano sequestrate 18 cartucce a palla unica cal. 12 marca fiocchi e ritirati 1 fucile automatico cal.12, 1 pistola cal.7,65, 2 caricatori e 127 cartucce cal.7,65 di varie marche, 62 cartucce da caccia a pallini cal. 12 di varie marche; per il reato di ricettazione due cittadini rumeni di 37 e 26 anni abitanti a Vittoria perché trovati in possesso di una targa di motociclo risultata rubata a Scoglitti nel 2020 a un cittadino tunisino.

Nell’ambito del medesimo servizio a seguito di perquisizioni personali e veicolari sono stati segnalati alla Prefettura di Ragusa in qualità di assuntore un 56 enne, panettiere abitante a Comiso, già noto ai carabinieri che gli rinvenivano nella tasca dei pantaloni aveva 3 sigarette artigianali confezionate con tabacco e con circa 1 grammo di sostanza stupefacente del tipo marijuana e complessivamente sono state controllate 37 persone e 17 veicoli tra cui sono state elevate 11 violazioni al Codice Della Strada.