Impugna le armi e spara, la polizia incastra pregiudicato “pistolero”: si aprono le porte del carcere

Impugna le armi e spara, la polizia incastra pregiudicato “pistolero”: si aprono le porte del carcere

VITTORIA – Nel pomeriggio di lunedì 9 agosto 2021, a seguito di segnalazioni pervenute al Commissariato di pubblica sicurezza di Vittoria, circa la presunta esplosione di colpi di arma da fuoco nei pressi di uno stabile sito nel comune ipparino, il personale del commissariato è giunto sul luogo eseguendo, con l’ausilio di personale della Polizia Scientifica, un accurato sopralluogo che ha permesso di ritrovare sul manto stradale alcune ogive e di riscontrare la presenza di un foro sulla persiana di una finestra di un immobile.

L’immediata attività investigativa svolta, corroborata dal prezioso lavoro balistico svolto dagli esperti della Polizia Scientifica, ha permesso di individuare il probabile punto di origine dello sparo dei colpi in un immobile sito poco distante dal luogo del rinvenimento dei reperti balistici.


Poiché l’attività ha condotto gli agenti all’abitazione di un soggetto pregiudicato, noto agli investigatori, è stata effettuata una perquisizione domiciliare che ha permesso di trovare e sequestrare due pistole con matricola abrasa, numeroso munizionamento di diverso calibro e vario materiale esplodente (petardi e botti di vario tipo).

Nel corso dell’attività in parola, prima del rinvenimento delle armi, l’uomo ha manifestato evidenti segni di insofferenza tentando di impedire l’accesso nell’abitazione. Costui, tuttavia, è stato bloccato dagli agenti operanti.

All’esito dell’attività investigativa, il soggetto è stato ammanettato per detenzione illegale di armi da fuoco clandestine e munizionamento e relativa ricettazione, esplosioni pericolose in luogo pubblico e resistenza a pubblico ufficiale e, dopo le formalità di rito, associato presso il carcere di Ragusa a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Immagine di repertorio