Era l'”orco” della figlia della convivente: arrestato dopo anni di abusi

Era l'”orco” della figlia della convivente: arrestato dopo anni di abusi

RAGUSA – Ha abusato sessualmente per tanti anni della figlia, non ancora tredicenne, della propria convivente. Ma improvvisamente, in un giorno in cui ha portato la piccola a svolgere la solita prassi in una casa di campagna, è stato tratto in inganno dal sistema di videosorveglianza posto al suo interno. 


Questo è quanto commesso da un uomo, fermato dalla polizia di Ragusa. A incatenarlo definitivamente il proprietario della casa che al ritorno, vedendo gli oggetti spostati e temendo che fossero entrati i ladri, ha controllato la registrazione della telecamera e ha immediatamente portato il filmato in questura.


Una volta identificati l’uomo “orco” e la bambina, quest’ultima è stata sentita nella sala audizioni protette della polizia e ha raccontato che subiva gli abusi da tanti anni.

Preso atto di ciò, il G.I.P. di Ragusa ha disposto per l’uomo una misura cautelare in carcere per il reato di abuso sessuale