Diffida a Ferrovie dello Stato per un ex deposito pericolante: tegole frantumate, struttura in condizioni precarie e degrado

Diffida a Ferrovie dello Stato per un ex deposito pericolante: tegole frantumate, struttura in condizioni precarie e degrado

MODICA – Diffida nei confronti delle Ferrovie dello Stato affinché intervenga per mettere in sicurezza il vecchio immobile che ospitava l’officina – deposito locomotive della stazione ferroviaria.


Sono stati l’assessore alla Sicurezza del Territorio, Pietro Lorefice, e il comandante della polizia municipale, Rosario Cannizzaro, a seguito di un sopralluogo, a dare incarico al nucleo operativo di polizia edilizia affinché venisse effettuato un riscontro oggettivo e venisse verificato l’effettivo pericolo.


A seguito di ciò, è stata presentata una segnalazione di potenziale pericolo per la pubblica incolumità in via Stazione e in via Fiumara, determinato dalle condizioni di precarietà dei locali dell’ex officina – deposito locomotive.

Saranno la Protezione Civile e l’avvocatura comunale a inviare l’ordinanza sindacale alle Ferrovie dello Stato. “Il Nope – spiega l’assessore Lorefice – ha riscontrato effettivamente uno stato di generale degrado e abbandono con un particolare decadimento delle strutture di copertura, con la presenza di alcuni squarci nonché di diffuse aree di scomposizione dell’orditura delle tegole che, frantumate o intere, sono sparse in rilevante quantità nelle superfici dei due tetti. Eventi atmosferici possono determinarne il crollo nella strada sottostante”.

Adiacente all’ex officina si trova anche un altro immobile, appartenente alla stazione ferroviaria, il cui lato prospiciente alla Via Fiumara evidenzia zone della facciata interessate dal distacco di ampie porzioni dell’intonaco di rivestimento, visibilmente deteriorato e fatiscente.

“Gli immobili – spiega il comandante Cannizzaro – ricadono all’interno di un’area di cui è intestataria, appunto, la Società Rete Ferroviaria Italiana spa.