Agguato a ex collaboratore di giustizia. Effettuata l’autopsia: due i colpi fatali per Orazio Sciortino

Agguato a ex collaboratore di giustizia. Effettuata l’autopsia: due i colpi fatali per Orazio Sciortino

VITTORIA – È stata effettuata l’autopsia sul corpo di Orazio Sciortino, l’ex collaboratore di giustizia trovato morto lo scorso lunedì lungo la Strada Provinciale che collega Vittoria a Santa Croce Camerina (provincia di Ragusa).

Secondo i risultati dell’esame autoptico, i colpi di fucile fatali al 50enne sarebbero stati due. Uno al collo e l’altro alla schiena. Il medico legale Giuseppe Algieri che ha eseguito l’autopsia si è riservato di presentare la sua perizia entro 60 giorni.

Intanto proseguono le indagini degli agenti del commissariato di Vittoria e della squadra mobile di Ragusa coordinati dal pm Gaetano Scollo per far luce sull’omicidio.

La pista più accreditata rimane, comunque, quella dell’omicidio di matrice mafiosa. Sciortino apparteneva al clan Carbonaro-Dominante di Vittoria. Le sue dichiarazioni alle forze dell’ordine avevano permesso agli inquirenti di fare luce su diversi delitti mafiosi.

Immagine di repertorio