Scandalo a Vittoria, sequestrate le schede per l’elezione del Consiglio comunale. Aiello: “Un’indecenza”

Scandalo a Vittoria, sequestrate le schede per l’elezione del Consiglio comunale. Aiello: “Un’indecenza”

VITTORIA – La notte scorsa i carabinieri del Comando provinciale di Ragusa hanno sequestrato le schede elettorali su mandato della Procura, relative al voto per l’elezione del Presidente del Consiglio comunale di Vittoria.

Sull’argomento, il sindaco Francesco Aiello ha rilasciato una dichiarazione: “Mi sembra giusto e opportuno questo accertamento, che a mio parere doveva essere effettuato la stessa sera delle votazioni“.


In quell’occasione, lo stesso primo cittadino aveva telefonato al 112. All’arrivo della polizia, aveva chiesto il sequestro cautelativo delle schede che, però, non sarebbe stato effettuato. “Quello che è accaduto quella sera in Consiglio comunale – prosegue il primo cittadino – è una indecenza per la democrazia, per il buon senso e per la vita democratica“.

“Quelle schede sono state la prova provata di tutto ciò“, aggiunge il primo cittadino che continua a confidare nel lavoro degli inquirenti e della magistratura. “Sono certo che quanto prima questa vicenda troverà la giusta soluzione e sarà ripristinata la democrazia in Consiglio“, conclude Aiello.

Foto di repertorio