Solidarietà ed affetto fra gli alunni del C.D. “Fava” ed i piccoli pazienti del Garibaldi di Catania

Solidarietà ed affetto fra gli alunni del C.D. “Fava” ed i piccoli pazienti del Garibaldi di Catania

MASCALUCIA – Il termine solidarietà risulta essere una delle parole più belle nonché significative del dizionario e viene ritrovato nella nostra Costituzione dove il diritto-dovere di solidarietà, così come si evince dal secondo comma dell’art.3 e da una serie di specifici riferimenti in altri luoghi fondamentali della Carta, testimonia la centralità dei processi solidaristici come fondamento della cittadinanza attiva.

La solidarietà riveste odiernamente un ruolo importante nella società rappresentando un messaggio di speranza da infondere nelle nuove generazioni attraverso il desiderio di aiutare i meno fortunati. Risulta dunque fondamentale nella scuola che il tema della solidarietà sia affrontato in termini formativi e venga tradotto in testimonianza di vita e in concreta azione, al fine di rendere l’esercizio dell’atto solidale uno strumento educativo; ciò che potrebbe essere definita una vera cultura della solidarietà attraverso azioni concrete di collaborazione, che favoriscano la crescita umana e la formazione del cittadino.



Anche per il Circolo Didattico “Giuseppe Fava” di Mascalucia, guidato dal dirigente prof.ssa Maria Gabriella Capodicasa, formare gli alunni alla competenza della cittadinanza attiva e solidale, risulta obiettivo basilare, riconoscendola non solo secondo i comportamenti tradizionalmente considerati quali rispetto delle regole, capacità di creare rapporti positivi con gli altri, costruzione del senso della legalità nella comunità di riferimento, sviluppo dell’etica della responsabilità, ma soprattutto come una specifica competenza, espressione appunto del diritto-dovere della solidarietà.

Il 17 dicembre, i bambini della classe III A del Circolo Didattico “G. Fava”, accompagnanti dalle loro insegnanti Rosetta Mammino, Antonella Gugliuzzo Cinzia Mirabella, hanno vissuto un percorso educativo ed emotivo attraverso i valori dell’attenzione verso l’altro, del rispetto, della generosità, della disponibilità verso il prossimo, del senso di appartenenza alla collettività, della solidarietà nei confronti di chi ha bisogno di aiuto recandosi all’ospedale Garibaldi di Nesima a Catania  


Attraverso festosi canti natalizi, gli alunni hanno portato momenti di gioia ai piccoli pazienti del settore pediatria ricoverati nella struttura sanitaria e regalando loro squisiti dolcetti. Bellissimo il quadro realizzato dagli alunni che hanno donato al reparto consegnandolo al suo primario prof. Antonino Palermo, il quale ha ringraziato con affetto i bambini dichiarandosi felice per la loro presenza che ha permesso di far vivere a tutti i presenti l’atmosfera unica e irripetibile del Natale, inteso come momento esperienziale in cui, parole generalmente astratte, quali pace, solidarietà, amicizia, hanno acquistato un significato concreto attraverso la condivisione di momenti serenità.

La visita della classe è continuata nel reparto week surgery con primario il prof. Diego Piazza. I bambini accolti dalla dott.ssa Nella Platania e dal caposala Antonio Gulino hanno intrattenuto i pazienti con le loro performances natalizie donando anche a questo reparto un altro straordinario quadro, accettato con gioia dai rappresentanti del settore ospedaliero, che si sono dichiarati felici di aver potuto ricevere la visita dei bambini portatori di messaggi di speranza e solidarietà ed elogiando al contempo l’iniziativa del Circolo Didattico Fava e del suo dirigente prof.ssa Capodicasa per aver fatto compiere ai piccoli alunni un percorso educativo ed emotivo attraverso i valori dell’attenzione verso l’altro, del rispetto, della generosità, della disponibilità verso il prossimo, del senso di appartenenza alla collettività, nei confronti di chi ha bisogno di solidarietà in momenti difficili della propria vita.

Oltre le insegnanti di classe, gli alunni nella loro visita sono stati accompagnati dall’ins. Francesca Passalacqua, referente del progetto legalità e dalle giovanissime Alessia e Fabiola, con quest’ultima che si è occupata di preparare l’evento all’interno della struttura ospedaliera predisponendo le attrezzature acustiche necessarie.

Presenti anche la sig.ra Vera Squadrito che vestita da Babbo Natale ha portato ulteriore nota di gioia e colore a tutti i bimbi, il presidente del consiglio comunale di Mascalucia, Andrea Guglielmino, il responsabile della ditta DAIS che ha regalato panettoncini natalizi ai piccoli pazienti ricoverati nel reparto Pediatria. Ad accompagnare i bambini nella visita ai reparti anche i signori Arturo Maccarrone, Angela Micale, Pina Maricchiolo, Luisa Andretta e Daniela Vinci che operano quali volontari nell’ospedale Garibaldi.  

Un grazie di cuore viene rivolto dalla scuola Fava alla signora Ketty Reitano, presidente del Centro Antiviolenza “Orchidea” e anche lei prestante opera di volontariato nella struttura ospedaliera che ha permesso la realizzazione dell’evento, collaborando fattivamente fra scuola ed ente ospedaliero. Pertinenti e belle le parole pronunciate dall’insegnante Mammino a conclusione della mattinata:Fa bene ricordare e vedere che le feste non sono belle per alcuni… Ci aiuta a capire e condividere ciò che è bello sempre”.