“Rosa coraggiosa” interpretato dagli alunni del CD FAVA di Mascalucia

“Rosa coraggiosa” interpretato dagli alunni del CD FAVA di Mascalucia

MASCALUCIA – Diceva Eugène Delacroix: Che cosa è il teatro? Una delle testimonianze più certe del bisogno dell’uomo di provare in una sola volta più emozioni possibili”. Bisogno dell’uomo e valore aggiunto fondamentale  alla crescita dell’individuo che il CD FAVA di Mascalucia guidato dal suo Dirigente Scolastico prof.ssa Maria Gabriella Capodicasa ha voluto favorire proponendo fra le attività formative e dal progetto Pon il modulo Teatro.

L’arte della drammatizzazione e i suoi preziosi strumenti conduce infatti il bambino in un percorso di ricerca dentro di sé, volto a favorire una costruttiva gestione delle proprie emozioni, con potenziamento delle capacità creative ed espressive verso una maggiore consapevolezza del proprio modo di essere.  Il laboratorio teatrale stimola nei piccoli la facoltà di poter esprimere le proprie inclinazioni, in un itinerario di scoperta del proprio rapporto con l’altro, facilitando in Loro al contempo l’acquisizione dei diversi tipi di linguaggio non verbale.



I principi fondamentali del gioco teatrale che, per la sua natura polisemica, rappresenta un vasto contenitore ludico in cui far convogliare diversi stimoli creativi, relazionali e, nella fattispecie, didattici.

Vengono tutti rintracciati nel’attività competente svolta dal tutor specialista dott.ssa Grazia Calanna che coadiuvata dalla tutor ins Anna Maria Contino ha messo in scena un copione teatrale dal titolo “Rosa Coraggiosa” recitato da 24 alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria.


Il testo che narra la vera storia di Rosa Parks, l’afroamericana descritta dal presidente americano Bill Clinton quale madre del movimento per i diritti civiliacclamata da Martin Luther King, è stato magistralmente interpretato dagli alunni, i quali hanno riproposto la loro esperienza teatrale  presso la Delegazione Comunale di Mascalucia alla presenza di genitori e insegnanti.

I giovanissimi attori sono stati applauditi a lungo per la loro bravura dimostrata nelle performance e tecniche espressive di recitazione. Soddisfatti e fieri dell’esser stati protagonisti di un testo teatrale bello e suggestivo i bambini hanno dimostrato capacità e consapevolezza nella condivisione di un progetto e di un obiettivo comune, costruito giorno dopo giorno nel piacere di stare insieme, di collaborare ad un progetto che li accomunava e li entusiasmava, di impegnandosi in un lavoro di gruppo.

 

Il quanto a dimostrazione di come risulti veritiero quanto descritto da Gianni Silano, autore di progetti teatrali e maestro elementare, il quale afferma che:Il teatro presuppone imprescindibilmente un approccio diretto, motorio e mentale, sulla persona. Era e rimane l’arte del corpo e dell’anima, con una forte componente artigianale intesa come creatività del fare”.

[envira-gallery id=”318618″]