Un futuro più sereno e un gemellaggio stimolante: lo “Spedalieri” a Matera con il ministro Marco Bussetti - Newsicilia

Un futuro più sereno e un gemellaggio stimolante: lo “Spedalieri” a Matera con il ministro Marco Bussetti

Un futuro più sereno e un gemellaggio stimolante: lo “Spedalieri” a Matera con il ministro Marco Bussetti

CATANIA – Cosa hanno riportato indietro da questa esperienza, fortemente incoraggiata dal dirigente scolastico, dott.ssa Daniela Di Piazza, e vissuta dalla classe V B del Liceo Classico Statale “N. Spedalieri” e dalla responsabile del progetto, Agata Santangelo? Tantissime parole, soprattutto sincere, sentite, interessanti, motivanti, altre ufficiali e di prammatica e un flash di immagini.

I Sassi che tralucono nella nebbia. I volti attenti e solleciti delle famiglie ad attendere chi sarebbe stato loro figlio/a per due giorni. Un auditorium gremito da quattrocento persone, soprattutto ragazzi dai sei ai diciotto anni. Gli occhi animati dei responsabili, che hanno creduto in Matera capitale europea della cultura e che hanno fatto sì che questo progetto si avverasse.




I video della Basilicata: quelli delle scuole dell’infanzia, delle medie, delle superiori che partecipavano al Concorso Scuola Digitale. Poi quelli dei due progetti vincitori nazionali del concorso “Itinerari culturali per Matera-Basilicata 2019: Dalle scuole per le scuole”: L’Istituto IPSSAR “P. Artusi” di Riolo Terme (RA) e il Liceo Classico “N. Spedalieri”di Catania, rispettivamente gemellati con l’Istituto Magistrale “ T. Stigliani” di Matera e con il Liceo Scientifico “G. Galilei” di Potenza, entrambe scuole vincitrici dello stesso progetto in ambito regionale.

L’arrivo del ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, e il suo sguardo di apprezzamento per il video “La piana in festa” realizzato dagli studenti dello “Spedalieri”.

Ma, soprattutto, serberanno un forte ricordo del lavoro comune nei laboratori pomeridiani, in cui fianco a fianco ragazzi di Potenza, Matera, Riolo Terme e Catania, hanno lavorato per la valorizzazione del territorio, in questo giorno di quello della Basilicata, domani per quello europeo comune, ma ben consapevoli di doverlo fare sempre per il loro, per non doverlo lasciare in cerca di fortuna.

Le idee, le intuizioni, le intese fra ragazzi diversi ne sono stati il lievito. Riportiamo una certezza: possiamo guardare più sereni al futuro.

Lella Battiato