Istituto Comprensivo “G. Marconi” (Ragalna), la Città Metropolitana abbraccia gli alunni: “Educazione alla cittadinanza globale al primo posto”

Istituto Comprensivo “G. Marconi” (Ragalna), la Città Metropolitana abbraccia gli alunni: “Educazione alla cittadinanza globale al primo posto”

RAGALNA – Si concludono le attività del progetto PON Avviso 3340 del 23/03/2017 – FSE – Competenze di cittadinanza globale Global … mente, Modulo “Città…attiva 2” che ha visto protagonisti gli alunni delle classi quarte dell’Istituto Comprensivo “G. Marconi” plesso Mongibello di Ragalna, guidati dall’esperto Ins. Tripi e dal tutor Ins. Quattropani.


La città metropolitana di Catania, sabato 7 dicembre ha accolto i ragazzi con un cielo terso e un sole avvolgente che solo l’inverno siciliano riesce a regalare, permettendo di godere appieno dello splendore architettonico del centro storico in cui si respira già l’aria natalizia.


Il progetto sviluppato in aula nei mesi precedenti, muovendo dal riconoscimento di ruoli e funzioni nella vita famigliare e scolastica come luogo di esperienza sociale e di comunità, identificando corrette relazioni tra coetanei e tra minori e adulti, ha ampliato i temi legati all’esercizio dei diritti e dei doveri, per approfondire, infine, la conoscenza della Costituzione Italiana, delle principali forme di governo con particolare riferimento alla democrazia e alle condizioni del suo esercizio, ai simboli dell’identità nazionale quali la bandiera tricolore, l’inno nazionale, l’emblema della Repubblica.


Conoscere altresì la struttura politica ed amministrativa del Comune, il funzionamento e i servizi offerti al cittadino dalle amministrazioni locali ha incrementato il bagaglio esperienziale dei ragazzi, i quali hanno avuto l’opportunità nei giorni precedenti di visitare il palazzo municipale di Ragalna, grazie al rapporto sinergico tra l’Assessore alla pubblica istruzione Dott.ssa Lucia Saladdino e la nostra istituzione scolastica.



In linea con quanto appreso in aula, la visita d’istruzione a Catania ha permesso ai ragazzi di ampliare il loro orizzonte culturale addentrandosi nello stile barocco della Cattedrale e delle splendide chiese site lungo la via Etnea, osservando Palazzo degli Elefanti, il fiume Amenano, la fontana dell’Elefante simbolo della città,  l’ampia piazza Università che prende il nome dal palazzo del Siculorum Gymnasium, con quattro lampioni in bronzo ai suoi angoli che raffigurano quattro personaggi delle storie popolari catanesi, la giovane Gammazita, il marinaio Cola Pesce, i fratelli Anfinomo e Anapia e il leggendario paladino catanese Uzeta,  esaminando le gallerie dell’Anfiteatro Romano di piazza Stesicoro, immergendosi nella natura della Villa Bellini, percorrendo la suggestiva via Crociferi, sgranando gli occhi di fronte al Castello Ursino, il tutto arricchito da notizie storiche sull’origine della città e sui siti archeologici ed artistici, sui suoi abitanti e sulle tradizioni religiose e folkloristiche legate alla Santa patrona.

Il Dirigente dell’Istituto “G. Marconi” Prof.ssa Maria Santa Russo, ha commentato: “Il progetto ha voluto formare e sensibilizzare gli studenti verso i temi dell’educazione alla cittadinanza globale, che parte dal livello locale, arriva a quello nazionale ed internazionale e serve per comprendere il mondo che ci circonda e per trovare soluzioni comuni a problemi condivisi”.

I genitori hanno molto apprezzato le attività proposte dalla Scuola: altissima la partecipazione ai vari incontri e il gradimento dimostrato verso le azioni finalizzate allo sviluppo delle competenze trasversali, sociali e civiche, che rientrano nel più ampio concetto di promozione della cittadinanza globale.

Le grandi sfide della società contemporanea richiedono che gli individui possiedano una coscienza globale per un mondo più sostenibile e inclusivo. Un cittadino del mondo sa relazionarsi, decentrarsi ed è in grado di de-colonizzare il suo modo di pensare, è in grado di “muoversi” dal locale all’universale sviluppando una dimensione olistica; sa cogliere l’interdipendenza e pensa in modo critico; sa immaginare e progettare ed agisce in modo responsabile per il bene comune.