Il circolo didattico Giuseppe Fava di Mascalucia organizza il seminario “Bullismo e Cyberbullismo-metodi e forme di contrasto”

Il circolo didattico Giuseppe Fava di Mascalucia organizza il seminario “Bullismo e Cyberbullismo-metodi e forme di contrasto”

MASCALUCIA – In un contesto culturale dove i nostri ragazzi si ritrovano frequentemente a osservare modelli di forza e di potere, in cui vige la distinzione tra vincenti e perdenti, risulta fondamentale agire, cercando quanto più possibile di favorire una cultura che valorizzi e promuova serene relazioni sociali attraverso un impegno collettivo che aiuti i nostri ragazzi a crescere in un clima di educazione affettiva, nella corretta conquista dei rapporti interpersonali, modelli di forza e di potere quelli descritti e caratterizzanti i fenomeni di bullismo e cyberbullismo, nuove forme di devianza minorile il cui livello di allarme sociale risulta cui continua escalation.

Quanto descritto impone la necessità di porre in atto prassi, modelli educativi e di prevenzione svolti in forma sinergica e collaborativa da parte di enti istituzionali, forze dell’ordine, famiglie, comunità scolastica. Questi gli argomenti che verranno affrontati durante il seminario “Bullismo e Cyberbullismo-metodi e forme di contrasto” organizzato dal circolo didattico Giuseppe Fava, con il patrocinio del Comune di Mascalucia, in programma il 13 marzo alle ore 15,30 nei locali del Cine Teatro Moderno.



I lavori del seminario, evento che rientra nell’ambito delle iniziative della rete di scopo “Legalità” di cui è scuola capofila il circolo didattico Fava di Mascalucia e di cui fanno parte una scuola di Gravina di Catania e una di Viagrande, in applicazione a quanto previsto dalla legge 71 del 29 maggio 2017, saranno aperti dal sindaco Arch. Vincenzo Magra e dalla prof.ssa Capodicasa.

Illustri relatori si alterneranno nei loro interventi: la dott.ssa Caterina Aiello, procuratore della Repubblica – Tribunale per i minori di Catania; il vicequestore dott. Gabriele Piazza della Polizia Postale di Catania, la dott.ssa Giuliana Mastropasqua, dell’Istituto penale minorile di Catania; il sociologo prof. Nunzio Claudio Saita, docente universitario.


L’invito di partecipazione è stato rivolto al ministro della Pubblica Istruzione, prof. Marco Bussetti, e al prof. Luigi Bordonaro, Garante per l’Infanzia e l’adolescenza per la Regione Siciliana.

Al seminario parteciperanno tutte le classi quinte dell’istituto. Vista la rilevanza della tematica trattata, a tutti i docenti che interverranno sarà rilasciato un attestato di partecipazione.