Educazione interculturale e metodi innovativi di formazione: I.C. Fontanarossa sperimenta la “orbital classroom”

Educazione interculturale e metodi innovativi di formazione: I.C. Fontanarossa sperimenta la “orbital classroom”

CATANIA – Il 12, 14 e 16 marzo 2018, il polo catanese di educazione interculturale – la cui scuola capofila è l’I.C. Fontanarossa – ha dato vita ad un ciclo di incontri con l’associazione panafricana per la letteratura e l’educazione degli adulti. Le attività sono state svolte attraverso la cosiddetta “Orbital Classroom”, strumento pedagogico ideato dal polo interculturale e fondato sull’interazione tra videoconferenza (su piattaforma Skype) e attività laboratoriali su rilevanti tematiche pedagogiche.


Il primo incontro di giorno 12 si è tenuto al circolo didattico “Teresa di Calcutta” di Tremestieri Etneo. L’avvio è stato subito impegnativo, visto che gli alunni sono stati impegnati prima in un laboratorio di filosofia interculturale, centrato sull’attualissimo tema “Di chi è il mondo?” (laboratorio condotto dal dr. Giovanni Pampanini dell’ASP 3 di Catania), e a seguire in un laboratorio di musica etnica denominato “Ritmi dal Mondo”, condotto dal dr. Carlo Condarelli dell’associazione “Youcultures”. Ai laboratori ha fatto seguito una orbital classroom con il professore Buuba Diop da Dakar (Senegal), attraverso il quale i nostri giovani hanno appreso le modalità dei percorsi educativi degli adulti in Africa.


Giorno 14 si è tenuto il secondo incontro, stavolta all’istituto “De Felice-Olivetti” di Catania, al quale hanno preso parte gli studenti del corso ESABAC. Una prima fase propedeutica, relativa al tema della complessità economico-politica africana in relazione alle interconnessioni col quadro economico globale,  è stata condotta dal dr. Giovanni Pampanini. A questa è seguita una nuova orbital classroom del professore Buuba Diop, in collegamento da Dakar (Senegal), sul tema “L’educazione all’economia. Il pensiero di Cheick Anta Diop”. Nel corso della lezione, il cantatutore senegalese Sow ha cantato per gli studenti un suo brano, artisticamente critico dell’attuale situazione del continente africano.



L’ultimo incontro si è tenuto infine presso la scuola capofila del polo, l’I.C. Fontanarossa. Nel corso di una prima fase propedeutica dell’incontro, la coordinatrice del polo, la professoressa Melita Cristaldi ha proposto agli studenti un momento di informazione/formazione sul tema dell’indipendenza di alcuni Paesi africani, quali la Costa d’Avorio, il Senegal, il Gambia e il Mali. Gli studenti sono stati coinvolti poi in un laboratorio dal titolo “Casi concreti di solidarietà fra popoli in Senegal e in Italia”, condotto dal dottor Giovanni Pampanini e introdotto da un laboratorio di percussioni condotto da Carlo Condarelli.