Vittoria, che fine ha fatto la piscina di Luca Marin? La parabola della Terranova

Vittoria, che fine ha fatto la piscina di Luca Marin? La parabola della Terranova

VITTORIA – Un tempo la piscina Nannino Terranova ha rappresentato una fucina di atleti di livello – basti pensare al campione Luca Marin – e un appiglio per un quartiere difficile ravvivato dalla presenza di una struttura così prestigiosa. La crisi e la chiusura hanno lasciato nel degrado la struttura, spesso preda dei vandali.

Il Comune si è interessato al recupero e lo scorso anno il sindaco Nicosia aveva preso un impegno per poter ottenere dalla Regione i fondi necessari per riavviare la struttura divenuta di proprietà dell’ente.

A distanza di mesi i consiglieri Moscato e Nicosia, di Fratelli d’Italia, sollecitano l’amministrazione: “Vorremmo sapere che fine abbiano fatto i buoni propositi. Il sindaco diceva di avere già contattato la Regione per ottenere i finanziamenti stante la “sincera promessa” del presidente Crocetta di adoperarsi”.

“Ma nulla più si è saputo di una struttura – aggiungono – che meritava di essere riconsegnata a Vittoria. Nulla di concreto. Come al solito. Vorremmo ora capire cosa ha fatto questa giunta per reperire i dovuti finanziamenti, per incentivare imprenditori, società o associazioni”.

I consiglieri hanno annunciato la convocazione di una commissione per verificare anche lo stato degli altri centri sportivi in città.

“Vogliamo sapere – incalzano Moscato e Nicosia – se, almeno, l’amministrazione abbia mai avviato una interlocuzione con la Regione o con altri enti per il recupero della struttura, o se fu il maldestro tentativo di occupare, per un paio di giorni, le pagine dei quotidiani. Più tempo passa, più difficile sarà salvare il salvabile. Siamo certi nulla sia stato fatto. Temiamo che l’idea di una piscina in città sia naufragata, annegando nell’incapacità degli attuali, ancora per poco, amministratori di questa città”.

Commenti