Pd – Articolo 4: il matrimonio sarà sancito a Catania?

Pd – Articolo 4: il matrimonio sarà sancito a Catania?

CATANIA – Già la Leopolda siciliana (Sicilia 2.0) aveva in qualche modo sancito la nuova alleanza tra Articolo 4 e il Pd, non senza qualche mal di pancia, ma il “direttore d’orchestra” Davide Faraone è andato dritto per la propria strada nonostante la fuoriuscita polemica di molti civatiani.

Però – dopo alcuni dialoghi – si dovrà chiarire se Articolo 4 entrerà dentro il Pd. Per statuto dovrebbero prendere la tessera e proprio su questo punto ci sono stati scontri all’interno dei democratici.

Concetta Raia – deputata etnea del Pd – sul proprio profilo facebook, parlando dei nuovi ingressi, ha scritto: “Ho semplicemente ribadito che se questo Pd si deve aprire, ed io non ho nulla in contrario a questo nuovo indirizzo fermo restando i principi morali e nel rispetto del codice etico  almeno lo si faccia dopo un dibattito condiviso nel territorio. Il gruppo dirigente provinciale ha il diritto a discutere e a confrontarsi in quanto più i percorsi sono condivisi più ci si sente parte integrante di una nuova fase e di un nuovo progetto”.

Le resistenze all’ingresso dei deputati regionali di Articolo 4 sarebbero sopratutto sui nomi di Ruggirello e Nicotra. Ma – dalle prime indiscrezioni – sembrerebbe che dovrebbero convergere dentro il partito di Renzi e anche a livello locale lo schema potrebbe ripetersi.

Ancora non c’è nulla di ufficiale. Se ne parlerà domani pomeriggio a Catania nel corso di un incontro al quale prenderanno parte il vice segretario regionale Guerini, il sottosegretario renziano Faraone e il segretario regionale Raciti.

Con loro, a discutere, ci sarà lo stato maggiore di Articolo 4 e si parlerà anche degli ingressi tra i dem di Nello Dipasquale, Nicola D’Agostino e di Marco Forzese. Possibile location dell’evento il centro congressi delle Ciminiere.

Commenti