Nove consiglieri da Ora a Italia Viva: il Comune di Lentini tra cambiamenti e spaccature - Newsicilia

Nove consiglieri da Ora a Italia Viva: il Comune di Lentini tra cambiamenti e spaccature

Nove consiglieri da Ora a Italia Viva: il Comune di Lentini tra cambiamenti e spaccature

LENTINI – Dopo il passaggio di nove consiglieri comunali dal movimento Ora a Italia Viva, cambia la geografia politica nel consiglio comunale di Lentini e la maggioranza che sostiene il sindaco Saverio Bosco si spacca.

A ufficializzare per primo, qualche mese addietro, l’adesione al movimento creato da Matteo Renzi, è stato il primo cittadino che si è così allontanato dal movimento apartitico, da lui stesso fondato nel 2015. Una decisione che ha suscitato non poche polemiche da parte di quanti si sono sentiti traditi nei loro ideali e soprattutto da quegli elettori che avevano creduto in una visione nuova della politica senza colore politico di appartenenza.

L’adesione a Italia viva è stata ufficializzata nel corso di un’apposita conferenza stampa – alla presenza dei deputati regionali Luca Sammartino e Giovanni Cafeo e della senatrice Valeria Sudano – dal presidente del consiglio Giuseppe Innocenti e dai consiglieri Ivan Ciciulla, Salvatore Caracciolo, Gaetano Romeo, Rino Crisci, Floriana Marletta, Salvatore Roccaforte, Giuseppe Vasta e Maurizio Barbagallo. Hanno aderito pure gli assessori Alessio Valenti e Alessio Bufalino.

A sancire la spaccatura è però la presa di posizione di altri consiglieri del movimento Ora che non hanno condiviso il passaggio: Claudia Saccà si è infatti dichiarata indipendente mentre Davide Marchese è rimasto nel movimento, considerando la scelta dei compagni di viaggio legittima ma non condivisibile.


A gettare ancor più brace sul fuoco sono stati alcuni soci fondatori del movimento Ora che hanno fortemente criticato l’adesione al soggetto politico di Renzi: “Una scelta – dichiarano Marco Bongiovanni, Giancarlo Manoli, Paolo Abbandonato, Giuseppe Pollara, Ciro Scammacca, Angelo Vacante e Adriano Carràper molti versi incomprensibile anche e soprattutto per i tanti cittadini che hanno creduto nella bontà del progetto, consentendo con i loro voti l’elezione di sindaco e consiglieri. Alla luce di una rivoluzione così netta, non condividendo la scelta del presidente del movimento Ora, Saverio Bosco e dei soci fondatori che rivestono oggi il ruolo di consiglieri comunali nel nuovo partito Italia Viva, riteniamo doveroso comunicare che il nostro impegno nel Movimento Ora finisce qui. Continueremo a impegnarci per il bene di Lentini, ma lo faremo sempre consci di quali siano i reali obiettivi dei progetti che abbracceremo.Fintantoché saranno garantiti questi presupposti non ci sottrarremo dal riconoscere i meriti di chi amministra il nostro paese, allo stesso modo saremo pronti nel mettere in evidenza tutti i limiti dell’azione amministrativa, ogni qualvolta questi si faranno presenti”.

Intanto qualche mese fa è nato a Lentini il primo comitato civico di Italia Viva, rappresentato da Rino Ossino e Angelo Di Giorgio, i quali hanno condiviso il progetto politico del deputato regionale Luca Sammartino e della senatrice Valeria Sudano.

Il neo comitato cittadino, costituitosi proprio durante il convegno di Firenze, è denominato “Esserci”, per sottolineare la presenza attiva e operativa sul territorio.

I prossimi 1 e 2 febbraio si terrà la prima assemblea nazionale di Italia viva per formare i quadri dirigenziali e delineare l’organigramma del movimento.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com