Notarbartolo (PD): “Chiarezza sulle modalità di cessione di Asec Trade”

Notarbartolo (PD): “Chiarezza sulle modalità di cessione di Asec Trade”

CATANIA – “Fare chiarezza sulle modalità di cessione di Asec Trade“. A chiederlo è il consigliere comunale del partito Democratico e vicepresidente della Commissione Bilancio di Palazzo degli Elefanti, Niccolò Notarbartolo.

Oggi, infatti, è stata depositata una interpellanza relativa ai conti e al futuro dell’Asec Trade, l’azienda partecipata del comune di Catania dedicata alla vendita di energia e al servizio ai clienti.

“Sciogliere i dubbi sul valore reale dell’azienda, stimato dall’assessore Girlando in ben 30 milioni e sulle ragioni gestionali che hanno fatto sì che, nel biennio precedente alla cessione, gli utili aziendali si siano contratti di oltre l’86% rispetto a quelli prodotti nel biennio 2011-2012, riducendo così drasticamente il valore che l’azienda avrà al momento della vendita da parte del Comune“.

La società rientra infatti nel Piano di razionalizzazione delle società partecipate predisposto dall’Amministrazione comunale.

“Fino al 2012 Asec Trade ha prodotto utili per svariate centinaia di migliaia di euro per poi avere una flessione significativa negli anni successivi: 570 mila euro nel 2011, quasi 970 mila euro nel 2012, circa 121 mila euro nel 2013 e soltanto 88 mila euro nel 2014 – sottolinea Notarbartolo –. Un crollo degli utili inspiegabile, se si considera che nello stesso periodo non si è registrato un analogo calo dei contratti in essere, che si attestano su oltre 40 mila utenze, e che non sono state effettuate spese per investimenti”.

Sempre in tema di valutazione dell’Asec Trade chiede se sia veritiera la stima di 30 milioni di euro fatta dall’assessore Girlando il 28 ottobre scorso dinnanzi alla Corte dei Conti o se si riferisca piuttosto alla vendita cumulativa di Asec Trade e delle azioni dell’Asec.

“La valutazione dell’assessore ci sembra incredibilmente distante rispetto a quella riportata nella delibera di Giunta del marzo 2015 relativa alla cessione delle partecipate – dichiara Notarbartolo –  secondo cui Asec Trade varrebbe tra gli 8 e i 10 milioni di euro”.

Numeri poco chiari, secondo Notarbartolo, ma anche modalità di vendita poco chiare, tanto che “lo stesso presidente di Asec Spa ha sostenuto di aver incaricato un consulente esterno per verificare quale opzione di cessione mettere in pratica”.  conclude il consigliere Pd.

Commenti