Al Mise c’è accordo tra Almaviva e Exprivia, ma è solo una boccata d’ossigeno

Al Mise c’è accordo tra Almaviva e Exprivia, ma è solo una boccata d’ossigeno

PALERMO – Un fine 2016 tribolato e intriso di domande e speranze. Ieri la conferma dal Ministero dello Sviluppo Economico: nessun trasferimento a Rende, almeno per il momento.

I lavoratori di Almaviva Palermo, quindi, avranno ancora qualche mese di tregua. Il “merito” è del difficile dialogo intrapreso tra i sindacati, il vice ministro Teresa Bellanova e l’Exprivia. Quest’ultima, infatti, alla fine si è convinta ad assumere altre 30 persone per la gestione della commessa Enel.




Sicuramente tanta soddisfazione. Ma questo non basta. Cosa accadrà al termine dell’accordo per la commessa? L’accordo sancito ieri, dunque, rappresenta una tregua e una boccata d’ossigeno. Ma, tra qualche mese, bisognerà tornare nuovamente a discutere e trovare una soluzione.


Commenti