Migranti in Sicilia, questione incandescente e difficile da gestire. Musumeci: “Siamo stati abbandonati”

Migranti in Sicilia, questione incandescente e difficile da gestire. Musumeci: “Siamo stati abbandonati”

PALERMO – La questione migranti in Sicilia si fa sempre più incandescente e difficile da gestire, soprattutto quando gli sbarchi continuano imperterriti senza sosta e gli aiuti da Roma sono invece fermi.


Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, attacca il governo nazionale e il ministro dell’Interno Lamorgese, accusandoli di essere intervenuti troppo tardi, quando la situazione stava già degenerando, dichiara in un’intervista rilasciata a Libero.


Secondo il governatore siciliano, la soluzione migliore per affrontare insieme l’emergenza sanitaria e l’emergenza migranti è quella di utilizzare delle apposite navi per la quarantena.


Musumeci riceve costantemente telefonate dei sindaci dei comuni maggiormente colpiti dagli sbarchi illegali, che appaiono tutti sul piede di guerra contro il governo nazionale che sembra abbia lasciato sola la Sicilia; a rendere ancora più grave la situazione è la percezione da parte dei cittadini di non essere tutelati.



Intanto a Porto Empedocle (AG) si attende l’approdo della nave Azzurra“, messa a disposizione per ospitare i migranti subito dopo gli sbarchi.

Fonte immagine Facebook – Nello Musumeci