Grasso: “no” al ponte sullo stretto, focus sull’emergenza acqua e rifiuti

Grasso: “no” al ponte sullo stretto, focus sull’emergenza acqua e rifiuti

PALERMO – Pietro Grasso ha approfittato della presentazione della nuova sede di via Libertà del suo movimento, Liberi e Uguali (Leu) per ribadire i punti salienti del suo progetto politico, mirato alla risoluzione dei principali problemi della Sicilia: siccità e rifiuti.

“In Sicilia la situazione è drammatica: con queste parole Grasso ha denunciato lo stato di arretratezza delle politiche siciliane, ormai ferme da oltre vent’anni. Particolarmente grave, per l’ex presidente del Senato, è la situazione di Palermo, nominata capitale della cultura, ma tormentata da anni dall’emergenza rifiuti. Per Grasso è arrivato il momento di una svolta politica per far fronte all’emergenza e afferma che Liberi e Uguali sarebbe l’unico partito in grado di garantire questo nuovo inizio per la regione Sicilia: “Leu è una proposta nuova e intende risolvere i problemi dell’acqua e dei rifiuti”.




Il presidente Grasso si è espresso anche su un altro tema scottante per la Sicilia, ovvero la realizzazione del ponte sullo stretto di Messina, fortemente contrastata dal movimento Liberi e Uguali: “Che ce ne facciamo di un ponte che congiunge due deserti? Serve solo a qualche multinazionale“.

Secondo la prospettiva di Leu, presentata dal leader, il problema dello stretto sarebbe secondario rispetto ad altri che affliggono l’isola siciliana, a partire dalla siccità e dall’emergenza rifiuti, ma senza trascurarne altri altrettanto gravi, come quello della viabilità e dei trasporti. Infatti, denuncia Grasso, il tragitto Catania-Palermo in treno durerebbe oltre tre ore e mezza, mentre il viaggio Trapani-Siracusa arriverebbe perfino alle 12 ore.

Il discorso dell’ex presidente del Senato non si è fermato solo alla Sicilia, ma ha toccato anche argomenti di importanza nazionale, in particolare il ritorno dei neofascisti. In merito a questo tema, fortemente dibattuto in ambito politico e sociale negli ultimi giorni, ha voluto confermare l’impegno di Liberi e uguali e di tutta la sinistra per contrastare il fenomeno, osservando che “sull’antifascismo la sinistra non è divisa” e confermando la partecipazione del suo partito alla manifestazione nazionale indetta dall’Associazione nazionale partigiani d’Italia (Anpi) e prevista per il 24 febbraio a Roma.

Foto di repertorio