Firme false a sostegno della lista elettorale del M5S, arrivano le condanne: i NOMI dei soggetti finiti alla sbarra

Firme false a sostegno della lista elettorale del M5S, arrivano le condanne: i NOMI dei soggetti finiti alla sbarra

PALERMO – Il giudice monocratico di Palermo, Salvatore Flaccovio, ha condannato a pene comprese tra un anno e un anno e 10 mesi di carcere dodici dei quattordici tra attivisti ed ex deputati regionali e nazionali del Movimento 5 Stelle accusati per la vicenda delle firme false presentate nel 2012 a sostegno della lista pentastellata in vista delle elezioni Comunali.

Sono stati condannati a un anno e 10 mesi gli ex deputati nazionali Riccardo Nuti, Giulia di Vita e Claudia Mannino, la ex collaboratrice del gruppo all’Ars Samantha Busalacchi, Alice Pantaleone, Antonio Ferrara e Stefano Paradiso. Condanna a un anno e 6 mesi, invece, per il cancelliere Giovanni Scarpello e l’avvocato Francesco Menallo.


Sono stati condannati a un anno, poi, gli ex deputati regionali Giorgio Ciaccio e Claudia La Rocca e l’attivista Giuseppe Ippolito.

Il giudice palermitano si è invece espresso per l’assoluzione nei confronti di Riccardo Ricciardi e Pietro Salvino. Gli imputati rispondevano, a vario titolo, di falso e violazione della legge regionale del 1960 sulle consultazioni elettorali.


Immagine di repertorio