Effetto Berlusconi, D’Alì: “Seguendolo cambieremo le cose”

Effetto Berlusconi, D’Alì: “Seguendolo cambieremo le cose”

TRAPANI – “Ci siamo organizzati, così come hanno fatto realtà dell’intera Sicilia, perché da qui può ripartire una nuova strategia vincente del centrodestra che dovrà guardare al mondo che cambia”: basta questa motivazione al senatore Antonio D’Alì per spiegare la grande presenza di giovani trapanesi all’incontro con il partito di Forza Italia a Palermo.

Secondo D’Alì, i governi Renzi e Crocetta non fanno nulla di buono e penalizzano la Sicilia. Ma “la voglia di superare questa grave situazione c’è. E il primo passo è quello di recuperare i valori del 1994″.




Sabato scorso sono stati in molti a dirigersi nel capoluogo siciliano per incontrare il volto del partito, Silvio Berlusconi, che gode di grande stima da parte dei suoi sostenitori: “Nonostante i torti subiti non ha mai abbandonato l’Italia – prosegue il senatore -. Eppure avrebbe avuto tutte le ragioni per poterlo fare. Lui è innamorato di questo Paese e vuole realmente risolvere i problemi. Per questo dobbiamo seguire il suo esempio anche per la Sicilia”.


Commenti