Crocetta: “Ponte Himera: un bluff del Movimento Cinque Stelle”

Crocetta: “Ponte Himera: un bluff del Movimento Cinque Stelle”

PALERMO – Ieri la conferenza stampa del Movimento Cinque Stelle nel luogo simbolo del crack infrastrutturale siciliano per promettere la donazione di 300mila euro in modo tale da consentire l’adeguamento di una bretella alternativa per far risparmiare almeno 40 minuti ai pendolari della Palermo – Catania.

I pentastellati hanno affermato che l’operazione compiuta è la risposta concreta all’inerzia del governo centrale e regionale temendo tempi lunghissimi per la riapertura del viadotto Himera.

Il presidente della Regione Rosario Crocetta ha risposto definendo “inutili illusioni” le proposte dei grillini e ha parlato di una “politica demagogica che meriterebbe una fragorosa risata”.

“L’intervento sul ponte Himera, sulla frana e la bretella – continua il presidente – è di complessivi 30 milioni di euro e la semplice costruzione della bretella costerà circa 2 milioni, costruzione che va accompagnata dalla messa in sicurezza della zona, proprio attraverso la demolizione del ponte. I grillini – aggiunge Crocetta – sono molto bravi quando fanno la denuncia, ma onestamente quando si inseriscono nelle questioni che attengono alla governabilità delle cose, di danni ne fanno e creano illusioni lontane dalla realtà”.

“Il governo nazionale ha già stanziato i fondi per l’intervento sulla bretella e sul ponte – ha aggiunto – nominando un commissario dell’Anas che è già al lavoro per le attività necessarie. La nuova bretella insiste su terreni privati, non pubblici e, su quei terreni è necessario ricorrere all’occupazione di urgenza per pubblica utilità, per evitare contenziosi con i privati. Così come si sta procedendo alla messa in sicurezza della frana che non può continuare ad avanzare, per evitare che le carreggiate cadano sulla nuova bretella. L’intervento è già incardinato e si sta lavorando, ma per i grillini tutto questo non conta, l’importante è sparare la notizia, che è una bufala, ma questo appunto non conta dato che domenica e lunedì si vota e la bufala sarà servita a prendere in giro la gente. E da lunedì – conclude il presidente – toccherà al governo risolvere i problemi e soldi dei grillini saranno destinati ad altro”.

Commenti