Bimbo dimenticato in auto, Giorgia Meloni: “Da madre provo una grande rabbia, da politico un terribile senso di impotenza”

Bimbo dimenticato in auto, Giorgia Meloni: “Da madre provo una grande rabbia, da politico un terribile senso di impotenza”

CATANIA –Il dramma dell’amnesia dissociativa ha coinvolto un’altra vittima. Dimenticato sul seggiolino dell’auto, a Catania, è morto per soffocamento un bimbo di due anni. Una tragedia senza fine, che purtroppo continua a ripetersi. In Parlamento abbiamo votato un anno fa l’obbligo di usare un dispositivo di allarme per i piccoli che rischiano di essere dimenticati in auto al caldo. L’iter però non si è ancora concluso a causa della mancanza del regolamento attuativo”.

Così il deputato di Forza Italia alla Camera, onorevole Matilde Siracusano, interviene a seguito dell’ennesima tragedia consumata nel parcheggio della Cittadella di Catania.



Non è tollerabile – conclude la Parlamentare – che in un Paese civile succedano tali disgrazie, le cui dinamiche sono sempre le stesse. Adottiamo il dispositivo di allerta: mai più morti come questa”.

Sulla terribile vicenda interviene Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia. “Non siamo riusciti a salvare la vita all’ennesimo bambino di due anni morto soffocato per essere stato dimenticato in auto da un genitore. Non ci siamo riusciti nonostante una legge approvata quasi un anno fa, su mia richiesta, che imponeva di dotarsi di dispositivi di sicurezza per impedire altre tragedie. Non ci siamo riusciti perché il decreto attuativo della legge non è mai stato emanato, e dunque la legge non è mai entrata in vigore. Non ci siamo riusciti perché, probabilmente, rispetto a salvare la vita a un solo bambino c’erano priorità più redditizie a livello di consenso. Da madre provo una grande rabbia, da politico un terribile senso di impotenza”.


Numerosissimi i messaggi di utenti che chiedono più sicurezza e l'”invenzione” di qualche misura preventiva che serva a evitare queste tragedie. A questo proposito, già un anno fa, il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli propose una norma che preveda in auto l’obbligo di un dispositivo anti-abbandono per scongiurarne la “morte per dimenticanza”. Come pensato già dalla Commissione Trasporti della scorsa legislatura, a seguito di diverse vicende tragiche che si sono verificate, il disegno di legge sarebbe dovuto entrare in vigore già in autunno dello scorso anno ma, ad oggi, nulla è stato ancora fatto.

Immagine di repertorio