Ars: verso reintroduzione dei tetti degli stipendi

Ars: verso reintroduzione dei tetti degli stipendi

PALERMO – Si fa sempre più probabile la reintroduzione dei tetti agli stipendi del personale dell’Assemblea regionale siciliana. L’importo andrà concordato.

La misura è prevista nell’accordo triennale scaduto a fine anno, che prevedeva la soglia massima di 240 mila euro lordi omnicomprensivi per i dirigenti e sotto-tetti per le altre carriere: 204 mila euro per gli stenografi, 193 mila euro per i segretari; 148 mila euro per i coadiutori; 133.200 euro per i tecnici e 122.500 euro per gli assistenti parlamentari.



La trattativa avrà formalmente inizio il 17 gennaio, giorno in cui il Consiglio di presidenza dovrebbe presentare la sua proposta. L’intenzione dei vertici politici dell’Assemblea sarebbe quella di concordare con i sindacati stipendi meno onerosi per i nuovi assunti.

Commenti