Palermo, finalmente debutto al Barbera: contro l’Avellino due cambi. Le probabili formazioni

Palermo, finalmente debutto al Barbera: contro l’Avellino due cambi. Le probabili formazioni

PALERMO – Arriverà finalmente domani alle 15 l’esordio del Palermo al Barbera. Pur senza l’apporto del pubblico, giocare tra le mura di casa costituisce sempre uno stimolo in più.


La partita contro l’Avellino si preannuncia molto complicata e per la statura degli avversari e per la condizione dei rosanero, ancora alla ricerca di forma e fantasia. Il pareggio conseguito a Terni è apparso confortante perché probabilmente ci si aspettava il peggio alla luce della deludente oltre ogni misura prestazione di Teramo.


Invece, pur dovendo cambiare modulo per gli infortuni di Corrado e di Crivello, mister Boscaglia è riuscito a mandare in campo una compagine che ha dimostrato carattere e voglia di fare. Contro gli uomini di Braglia il Palermo dovrà confermare di essere sulla buona strada e di aver titolo ad aspirare alla promozione in Serie B.

L’allenatore rosa, perdurando le assenze dei difensori infortunati, sembra orientato a confermare il modulo 3-5-2, ma tutto lascia presagire due novità rispetto a mercoledì: una dovrebbe essere l’innesto di Accardi sulla fascia destra al posto di Doda, l’altra la presenza di Lucca al fianco di Rauti in attacco in sostituzione di Saraniti, apparso molto lontano da uno stato di forma decente.

Con la conferma di Odjer, Martin e Broh al centro del campo, di Valente sulla fascia sinistra e di Rauti, uno dei migliori a Terni, a comporre insieme a Lucca il tandem d’attacco. La probabile formazione del Palermo, in campo dal primo minuto con il 3-5-2, dovrebbe essere formata da Pelagotti; Somma, Lancini, Marconi; Accardi, Odjer, Martin, Broh, Valente; Lucca, Rauti.

Gli irpini hanno 3 punti in classifica, ma hanno disputato finora una sola partita. Braglia, con il 3-5-2, dovrebbe schierare Forte; Silvestri, Miceli, Rocchi; Ciancio, Aloi, De Francesco, D’Angelo, Tito; Santaniello, Maniero.