Palermo-Bisceglie, per Boscaglia la tentazione 4-4-2. Le probabili formazioni

Palermo-Bisceglie, per Boscaglia la tentazione 4-4-2. Le probabili formazioni

PALERMO – Parola d’ordine: dimenticare Avellino! Alla vigilia della sfida di domani pomeriggio alle 14,30 al Barbera contro il Bisceglie, mister Boscaglia e tutti i tifosi rosanero vogliono annullare il ricordo di quella che è stata forse la più brutta prestazione del Palermo da inizio campionato. Ad Avellino è andato in campo un gruppo che, oltre agli ormai cronici problemi realizzativi, ha messo in mostra il peggio che una squadra di calcio può far vedere in campo: assenza contemporaneamente di gioco, grinta, concentrazione e motivazioni.

Lo strafalcione di Pelagotti, talmente improbabile da meritare il palcoscenico di “Striscia la notizia”, ha completato la giornata nera al Partenio. Ora è il momento di individuare le falle ed evitare che la nave affondi. I play-off si allontanano, ma non vorremmo si avvicinassero tanto i play-out.


È dell’ultima ora la tentazione per Boscaglia di sperimentare un nuovo modulo che possa permettere alla squadra di essere più concreta sottoporta, con l’azzardo di Lucca e Saraniti insieme in campo.

Dopo il fallimento del 4-2-3-1, per l’impossibilità dei due centrocampisti di fare fronte alla inferiorità numerica a metà campo, e del 4-3-3, che ha ridotto a quattro gol segnati in sette partite il bottino dell’attacco rosanero, c’è voglia di provare un inedito 4-4-2, con la difesa inalterata, il centrocampo più folto con la presenza di due esterni di ruolo e l’attacco rafforzato con Lucca, che da sicurezza realizzativa, e Saraniti, che è importante recuperare.

Con Almici di nuovo indisponibile e Odjer ancora alla prese con fastidi al ginocchio, il Palermo, con il 4-4-2, potrebbe scendere in campo con Pelagotti; Accardi, Palazzi, Somma, Crivello; Kanoute, De Rose, Luperini; Valente; Lucca, Saraniti.

Il Bisceglie, con 17 punti in classifica in piena zona play-out, con un ruolino di marcia nelle ultime cinque partite uguale a quello dei rosanero, due sconfitte e tre pareggi, dovrebbe scendere in campo con il 3-5-2 composto da Russo; Altobello, Priola, Vona; Tazza, Cittadino, Romizi, Pedrini, Giron; Sartore, Cecconi.