Trasporti, il ministro Lupi incontra la Sicilia

Trasporti, il ministro Lupi incontra la Sicilia

PALERMO – Oggi i sindaci di Palermo, Catania, Caltanissetta ed Enna e l’assessore alla Mobilità di Messina sono stati al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per una riunione convocata dal ministro Maurizio Lupi, a cui hanno partecipato anche il sottosegretario Giuseppe Castiglione, i vertici delle Aziende e delle Ferrovie dello Stato, con l’intervento dell’assessore regionale Nico Torrisi e dei vertici tecnico-burocratici dell’assessorato.


La riunione si è tenuta significativamente alla vigilia della pubblicazione del decreto legge “Salva Italia” che contiene importanti interventi infrastrutturali che riguardano il territorio siciliano e il sistema dei trasporti.

Oltre ad importanti novità sulle infrastrutture aeroportuali, le cui opere previste nei relativi piani regolatori non richiedono ulteriori autorizzazioni ha dichiarato al termine della riunione il sindaco di Palermo e presidente dell’Anci Sicilia Leoluca Orlandoè stato esaminato il progetto di moderna infrastrutturazione ferroviaria Aeroporto di Punta Raisi / Palermo / Caltanissetta / Enna / Catania / Messina, che costituisce una grande opera per superare l’attuale anacronistica, fatiscente rete ferroviaria in Sicilia e dotare aree metropolitane e aree interne di un moderno e veloce trasporto pubblico“.


Tale intervento riguarda anche il cosiddetto Passante Ferroviario di Palermo, interrato e con ben 16 stazioni entro la cinta urbana della città, che si collega con il completamento dell’anello Ferroviario Notarbartolo/Giachery/Politeama/Notarbartolo e con le tre linee di tram in fase di realizzazione/completamento. La previsione della MAL (metropolitana automatica leggera, tratto Oreto/Notarbartolo) nello stesso decreto “Salva Italia” – ha osservato Orlando – completa in modo efficiente e strutturale il sistema di trasporto pubblico a Palermo e relativa area metropolitana“.

Analoga importanza per il trasporto pubblico riveste l’intervento per le altre due aree metropolitane di Catania e Messina.

Leoluca Orlando ha dato atto al ministro Lupi della tempistica della riunione odierna e del metodo di coinvolgimento dei territori interessati, auspicando che si pervenga alla Intesa Programma Quadro Stato/Regione, rinviando ai tavoli tecnici – in raccordo con l’odierno tavolo politico/istituzionale, che sarà periodicamente convocato – gli approfondimenti necessari e il cronoprogramma nel rispetto dei termini previsti dal decreto “Salva Italia”.