“Sgambetto” a Musumeci, Miccichè difende la maggioranza: “Nessun complotto, ma ci sono sciacalli”

“Sgambetto” a Musumeci, Miccichè difende la maggioranza: “Nessun complotto, ma ci sono sciacalli”

PALERMO – Non c’è nessun complotto della maggioranza, io invito il Presidente Musumeci, che è persona molto intelligente, a non farsi fuorviare da qualche sciacalletto che gli sta vicino. Deve, finalmente, parlare con i partiti“.

A ribadirlo è il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, in un’intervista ai colleghi di AdnKronos all’indomani del “tradimento” compiuto da alcuni franchi tiratori della maggioranza durante il voto di ieri per la designazione dei delegati regionali da mandare a Roma per l’elezione del presidente della Repubblica.


Proprio Gianfranco Miccichè si è classificato primo al termine della votazione, mentre il governatore Musumeci è arrivato soltanto terzo – alle spalle del grillino Nuccio Di Paola – rischiando quasi di non poter partecipare all’elezione in programma il 24 gennaio.

Nella serata di ieri Musumeci ha espresso tramite un videomessaggio la volontà di voler proseguire il suo mandato, annunciando comunque un immediato azzeramento della Giunta. Sempre il governatore ha definito “disertori” quei parlamentari che hanno fatto mancare i voti.

Immagine di repertorio