Il maltempo svuota l’Ars, seduta-lampo su emergenza rifiuti e decreto Forestali: meno di 20 minuti tra i banchi

Il maltempo svuota l’Ars, seduta-lampo su emergenza rifiuti e decreto Forestali: meno di 20 minuti tra i banchi

PALERMO –Dalla zona orientale della Sicilia non si può viaggiare (…), c’è una situazione di disagio per tutti, anche per i nostri colleghi. Credo che oggi avremo poco da fare“. Ha esordito così in Sala d’Ercole Gianfranco Micciché, in occasione della seduta di ieri dell’Assemblea regionale siciliana.

Un incontro in formato ridotto, con un’aula svuotata dai deputati appiedati a causa dell‘emergenza maltempo che sta colpendo l’Isola. Prima di rinviare la seduta, tra i pochi interventi di giornata, c’è stato il tempo di ascoltare le richieste in merito alla questione relativa al conferimento dell’immondizia nelle discariche siciliane.


A tal proposito, il presidente dell’Ars ha programmato una convocazione dell’assessore all’Energia Daniela Baglieri in commissione Ambiente e Territorio a inizio novembre.

Prima del “rompete le righe”, l’assessore al Territorio Toto Cordaro ha annunciato che è stato esitato positivamente in Commissione Bilancio il disegno di legge per finanziare la celebrazione del concorso che mira all’assunzione degli agenti del Corpo Forestale siciliano.

Vista l’urgenza della norma, l’assessore ha chiesto e ottenuto che venisse incardinata in tempi rapidi. La procedura, infatti, dovrà essere portata a termine entro il prossimo 31 dicembre.

Per quanto concerne i lavori in aula, il primo giorno utile per il ritorno tra i banchi sarà quello di mercoledì 3 novembre.

Fonte foto: Screenshot video Assemblea regionale siciliana