Dallo schianto in moto al volo dal viadotto, si piange il prof Renato Cirà e la compagna Teresa Pecoraro

Dallo schianto in moto al volo dal viadotto, si piange il prof Renato Cirà e la compagna Teresa Pecoraro

PALERMO – Renato Cirà, 62 anni, e Teresa Pecoraro, 51 anni, sono le due vittime dell’incidente stradale avvenuto lungo la A 29 Palermo-Mazara del Vallo, nei pressi dello svincolo di Castellamare del Golfo.

Ancora in corso d’accertamento la dinamica dell’incidente ma, secondo le prime informazioni trapelate, i due viaggiavano a bordo di una Yamaha Fazer 600. L’uomo avrebbe perso il controllo della moto fino allo schianto fatale e il volo dal viadotto.


Nonostante i soccorsi e l’arrivo dell’elisoccorso per i due non ci sarebbe stato nulla da fare. Sarebbero morti sul colpo.

Renato Cirà era un insegnante all’Istituto Nautico, appassionato di ciclismo e padre di due figli. L’intera comunità è sotto shock. Sul posto, anche il medico legale per l’ispezione cadaverica.

Sui social non mancano messaggi di cordoglio per le vittime dell’incidente. “Ciao amico Renato, r.i.p. ci mancherai“, scrive Antonio. “Sono senza parole“, aggiunge Rosario.

Oggi il ciclismo amatoriale palermitano è in lutto per la grave perdita dell’amico ciclista Renato Cirá, morto per un grave sinistro stradale. Tutti noi ci stringiamo con un un immenso abbraccio alla sua famiglia. Siamo sicuri che riuscirà a pedalare anche nell’azzurro sentiero che lo porterà a godere della luce di Dio. R.I.P.“, scrivono sulla pagina Facebook dell’associazione Le Pantere della Polizia – Bike.

Fonte immagine: Renato Cirà – Facebook