Nello Musumeci a “Stasera Italia”. Coronavirus e necessità di equilibrio “tra la prudenza e il diritto alla normalità”

Nello Musumeci a “Stasera Italia”. Coronavirus e necessità di equilibrio “tra la prudenza e il diritto alla normalità”

PALERMO – Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, è stato ospite della trasmissione “Stasera Italia”, in onda ieri sera su Rete 4.

L’argomento di discussione della serata, naturalmente, l’emergenza sanitaria avviata dalla diffusione del Coronavirus in Italia, che ha portato all’approvazione di un nuovo decreto per la sicurezza comune e alla “chiusura” di 11 province del Nord Italia.


Come noto, il governatore siciliano si trova attualmente in auto-isolamento volontario. Nonostante non possa essere stato presente fisicamente in studio, Musumeci non ha comunque rinunciato al collegamento con la trasmissione Mediaset.

“Una scelta sofferta, ma responsabile, ha detto in riferimento all’isolamento. “In questi giorni abbiamo celebrato il rito della rassicurazione, perché ci sembrava giusto far arrivare dalle istituzioni un messaggio rassicurante, di serenità. La verità è che non siamo nelle condizioni di trovare il punto giusto di equilibrio per coniugare la prudenza e il diritto alla normalità. È un equilibrio difficile da trovare”.

Parlando di differenze nella percezione dell’emergenza sanitaria dal Nord al Mezzogiorno, Musumeci aggiunge: “Al Sud si prende atto di una realtà che ormai assume contorni non più marginali, anche per rispetto al resto d’Italia. Possiamo dire di non essere ancora in zona rossa né in zona gialla.

Il governatore ha poi elogiato la sanità siciliana, spesso oggetto di critiche ma molto attiva in questa situazione di pericolo per la pubblica incolumità: “Abbiamo saputo affrontare questo nemico, di cui non conosciamo i contorni”.

Come reggerebbe la Sicilia di fronte a una situazione come quella lombarda? Questa la domanda della conduttrice, la giornalista Veronica Gentili. “La affrontiamo con un apparato assolutamente preparato, è la risposta del presidente della Regione Sanitaria.

Sul fronte economico, invece, Musumeci ammette la maggiore difficoltà di ripresa per il Sud. Nel caso della Sicilia, il “calvario” riguarda principalmente il settore turistico-alberghiero. Il governatore ricorda l’importanza di lavorare affinché la situazione non distrugga il tessuto imprenditoriale duramente costruito negli anni.

Sulla possibilità di dover chiudere i negozi e i pub anche in Sicilia, Musumeci ha dichiarato che seguirà, come tutti i governatori, le norme previste dalle autorità governative e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

“Farci prendere da una condizione di ansia o sollecitati dalla spinta emotiva della piazza può essere un rimedio peggiore del male, conclude il presidente siciliano.

 

 

 

 

Immagine di repertorio