Vendeva droga a piccoli dosi per non essere scoperto: tra i clienti numerosi giovani

Vendeva droga a piccoli dosi per non essere scoperto: tra i clienti numerosi giovani

ALCAMO – Ieri i carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Alcamo (provincia di Palermo), a seguito di una prolungata attività d’indagine iniziata nel gennaio 2019, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Rosario David, 32 anni, con numerosi precedenti di polizia, originario di Partinico ma di fatto domiciliato ad Alcamo.

L’attività dell’Arma era iniziata nel mese di gennaio 2019 quando, durante un servizio di controllo del territorio, il 32enne era stato fermato per un normale controllo ed era stato trovato con alcune dosi di cocaina, non sufficienti però per comprovare l’attuazione di una concreta attività di spaccio e, perciò, era stato denunciato.

La minuziosa attività d’indagine è stata avviata al fine di accertare se David fosse un semplice consumatore di sostanze stupefacenti o se, diversamente, si rendesse responsabile anche di cessioni di droga.


A seguito di una lunga serie di servizi di osservazione, effettuati anche mediante l’ausilio di strumentazione tecnica, i carabinieri di Alcamo sono riusciti a dimostrare che il pregiudicato, che grazie a un grande numero di accortezze poteva passare a prima vista come un semplice assuntore, era in realtà un attivissimo spacciatore e che si serviva anche di alcuni uomini di fiducia per vendere gli stupefacenti.

Sono numerosi gli episodi che i carabinieri hanno avuto modo di riscontrare, delineando così il modus operandi utilizzato dal 32enne: era solito accordarsi preventivamente con i vari acquirenti e, solo successivamente, con appuntamenti fissati in orari e luoghi sempre diversi, si incontrava con loro per effettuare la compravendita al dettaglio, consegnando piccoli quantitativi di sostanza volta per volta.

La sua era un’attività così ben consolidata da rappresentare un vero e proprio business con numerosi clienti affezionati, principalmente residenti ad Alcamo e di età compresa tra i 18 e i 30 anni.

Nei mesi di febbraio e marzo, i militari di Alcamo hanno confermato, in diversi episodi, altre accortezze utilizzate dal pusher nella sua attività: in particolare, l’uomo è stato sorpreso a cedere una dose di cocaina a un altro individuo che, a sua volta, avrebbe poi dovuto consegnarla all’acquirente finale.

Come è facile evincere, quindi, con l’arresto di David viene a crollare un importante punto di riferimento sul territorio di Alcamo per gli acquisti di cocaina.