Tolto il posto a 23 lavoratori della Moneynet: sindacati in sciopero

Tolto il posto a 23 lavoratori della Moneynet: sindacati in sciopero

PALERMO – L’azienda della Moneynet, operante nel settore della monetica, delle Tlc e dell’assistenza tecnica, ha fatto partire ieri le procedure per un pluri-licenziamento inoltrato a 23 lavoratori sui 58 operanti nella sede palermitana di via Aiace 134.

Ad intervenire sono state le sigle sindacali di Slc Cgil Palermo e Fistel Cisl Palermo Trapani, proclamando due giornate di sciopero: giovedì 30 giugno e venerdì 1° luglio. “Siamo fortemente preoccupati per i risvolti sul perimetro occupazionale dei lavoratori dell’azienda Moneynet “. Questo quanto dichiarato dalle segreterie territoriali Slc Cgil e Fistel Cisl.


Aggiungono, le due segreterie “riteniamo che si debba intraprendere un percorso condiviso, ricercando tutti gli strumenti utili per scongiurare i licenziamenti, puntando principalmente alla riqualificazione di questi lavoratori all’interno del gruppo“.

La situazione dei lavoratori

I lavoratori attualmente coinvolti dalle procedure di licenziamento provengono da regioni del Mezzogiorno già fortemente falcidiate da precarietà e disoccupazione“.

Gli altri distaccamenti del meridione

L’azienda ha sede a Palermo ma anche distaccamenti in Sicilia, Calabria, Puglia e Campania”.