Sequestro di droga nel quartiere, uno dei tre pusher scappa per i tetti e lancia 30 dosi di hashish

Sequestro di droga nel quartiere, uno dei tre pusher scappa per i tetti e lancia 30 dosi di hashish

Sequestro di droga nel quartiere, uno dei tre pusher scappa per i tetti e lancia 30 dosi di hashish

PALERMO – Nelle scorse ore, la Polizia di Stato ha condotto allo Zen una operazione antidroga di particolare rilievo giunta a conclusione di articolata attività investigativa e di scrupolose perquisizioni domiciliari.


Sono stati frangenti movimentati durante i quali gli agenti della sezione “Investigativa” del Commissariato di S. Lorenzo, coadiuvati dai colleghi del Reparto Prevenzione Crimine e dalle unità cinofile dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, tutti impegnati nella ricerca di sostanza stupefacenti, hanno dovuto cimentarsi anche in un prolungato inseguimento sui tetti dei famigerati “casermoni”, allo scopo di bloccare un malvivente fuggito con droga al seguito.


A conclusione dell’attività di polizia, un pluripregiudicato 32enne è stato arrestato, mentre due malviventi, rispettivamente di 21 e 29 anni, sono stati denunciati ed è stata sequestrata droga già suddivisa sia in dosi già confezionate di hashish e marijuana che in un panetto di hashish. Ciò, unitamente al sequestro di un bilancino di precisione ed altro materiale utile al confezionamento, fa ritenere agli agenti che nei domicili perquisiti si celasse anche un laboratorio di produzione della droga stessa.

Gli spunti investigativi di una indagine antidroga sviluppati recentemente avevano condotto gli agenti alle porte dei domicili, in via Agesia di Siracusa, di due fratelli di 32 e 21 anni.

Mentre i poliziotti erano impegnati nella perquisizione dei due domicili, dove l’infallibile fiuto di Yndira e King, i due cani specializzati nella ricerca di stupefacente, hanno rinvenuto droga e materiale utile al confezionamento, ai poliziotti dispiegati su strada, per precludere reazioni dei malviventi, non sfuggiva l’affannosa corsa sui tetti degli edifici di un terzo malvivente, notato darsela a gambe con una torcia in mano. 

Era proprio la torcia che l’uomo, una volta raggiunto dai poliziotti, avrebbe lanciato in un lucernaio per disfarsene e sottrala agli agenti. A seguito dell’impatto con il terreno, dalla torcia sarebbero fuoriuscite 30 dosi di hashish, debitamente sequestrate dai poliziotti.

Lo stupefacente è stato sequestrato e indagini sono in corso per chiarire i contorni dell’attività di spaccio.