“Senza mascherina ci uccidete”: movimento cittadino in azione per sensibilizzare la popolazione

“Senza mascherina ci uccidete”: movimento cittadino in azione per sensibilizzare la popolazione

PALERMO – L’inciviltà e l’irresponsabilità di fronte all’emergenza Coronavirus non fanno che aumentare, ma alcuni cittadini fanno del loro meglio per sensibilizzare la popolazione all’uso della mascherina e al mantenimento delle distanze con dati e iniziative concrete.


È il caso del movimento cittadino “I Love Palermo”, che ha recentemente condotto un reportage sul capoluogo regionale, denunciando gli atteggiamenti dei concittadini, poco propensi a rispettare le regole fissate dalle autorità per prevenire la risalita dei contagi.


Il centro storico pieno di persone senza dispositivi di protezione personale, assembramenti in piazza per i più disparati motivi, complottisti e violenti aggressori, purtroppo, sembrano essere la norma. Un rischio molto alto, specialmente per la provincia di Palermo, la più colpita negli ultimi giorni. “Senza mascherine ci uccidete”: è una sorta di slogan per dare voce soprattutto a diversamente abili, anziani e immunodepressi, più esposti al contagio.

Una nota di “I Love Palermo” lo scorso 23 settembre ha annunciato una riunione in piazza Teatro Massimo per sensibilizzare la popolazione ai potenziali pericoli di non indossare la mascherina, specialmente per i gruppi sociali più “deboli”.

Immagine di repertorio