Scuole senza banchi e spazzatura all’ingresso, “caos” per la ripartenza. Gelarda: “Bisogna provvedere”

Scuole senza banchi e spazzatura all’ingresso, “caos” per la ripartenza. Gelarda: “Bisogna provvedere”

PALERMO – Inizia, seppur a rilento, un nuovo anno scolastico ma la situazione sembra essere decisamente precaria in alcune scuole.


Dopo Genova e la bufera mediatica che è scoppiata a seguito di una foto che ritrae gli studenti che scrivono sulle sedie perché non hanno dove appoggiarsi, è il turno della Sicilia. A Palermo, infatti, in alcuni istituti non vi sono gli strumenti minimi per fare lezione: parliamo in primis dei banchi, grandi assenti.

A questo si collega l’emergenza rifiuti dato che, vicino numerose scuole, emergono grosse ed ingombranti cataste di spazzature: discariche a cielo aperto a pochi passi dall’ingresso delle scuole.


Questo è quanto denuncia il capogruppo della Lega, Igor Gelarda, a Palazzo delle Aquile che richiede anche la mappatura delle scuole materne, elementari e medie di Palermo in difficoltà per quanto riguarda la fornitura di banchi, sedie e quant’altro per provvedere prima possibile.

Fonte immagine Igor Gelarda