Sbarcano a Palermo in auto con documenti alterati e contraffatti: denunciati 2 libici-maltesi

Sbarcano a Palermo in auto con documenti alterati e contraffatti: denunciati 2 libici-maltesi

PALERMO – La Polizia di Stato, nell’ambito delle consuete operazioni di controllo sui passeggeri e i veicoli in arrivo dalla Tunisia nel porto di Palermo, ha denunciato in stato di libertà 2 cittadini extracomunitari, con doppia cittadinanza libico-maltese, per il reato di riciclaggio.

I due uomini, infatti, all’atto dello sbarco, viaggiavano a bordo di 2 autovetture di grossa cilindrata Chevrolet Camaro di colore nero, i cui documenti in fase di controllo sono risultati alterati e contraffatti.


In particolare, gli operatori dell’ufficio di polizia di Frontiera Marittima di Palermo hanno constatato che il numero seriale del telaio risultava difforme rispetto al numero registrato sul documento e che la carta di circolazione internazionale appariva verosimilmente manipolata, poiché priva dei timbri di convalida che la contraddistinguono.

Gli agenti hanno quindi proceduto alla denuncia in stato di libertà dei 2 cittadini, A.M. e G.A., per il reato di riciclaggio; i veicoli, nonché i relativi documenti, sono stati sottoposti a sequestro probatorio per una successiva analisi tecnica.