Ribaltone a Palermo, l’acqua “torna” potabile e Orlando bacchetta Amap: “Notizie parziali, nessun problema”

Ribaltone a Palermo, l’acqua “torna” potabile e Orlando bacchetta Amap: “Notizie parziali, nessun problema”

PALERMO – Non bevete l’acqua, anzi sì. Succede di tutto nel giro di poche ore a Palermo dove una nota stampa diffusa dall’Amap aveva inizialmente dichiarato non potabile l’acqua distribuita in buona parte del capoluogo palermitano.


Sottolineiamo inizialmente, appunto, poiché nella serata di ieri un intervento da parte del Comune di Palermo tramite un comunicato ha ribaltato la situazione .


Una presa di posizione esplicativa, non esente da una vena polemica, nella quale viene specificato che la “firma dell’ordinanza è un atto dovuto di fronte a una nota formale inviata dall’Asp all’amministrazione comunale, ma tutti i dati relativi alla qualità dell’acqua distribuita in città ne confermano la potabilità e la qualità per uso umano“.

Secondo la ricostruzione del Comune di Palermo, dalle analisi effettuate giorno 25 febbraio sarebbero sì emerse “alcune presenze superiori a quelle consentite per solfati e alluminio ed altri agenti inquinanti“, ma dai controlli compiuti nei giorni successivi non sarebbe stato registrato “alcun problema di carattere microbiologico nell’acqua distribuita in rete“.

Specialmente in una situazione di già grave nervosismo legato alla situazione sanitaria del paese – dichiara il sindaco Leoluca Orlando – è auspicabile che da parte di tutti vi sia la massima collaborazione per non alimentare psicosi di alcun genere“.

Il primo cittadino palermitano si augura, inoltre, che “l’azienda curi con maggiore attenzione la propria comunicazione, non essendo possibile che suoi uffici diffondano notizie parziali che generano allarme nella popolazione“.

Immagine di repertorio