Punta da un insetto mentre pulisce casa, Elisabetta muore giorni dopo in ospedale: la famiglia denuncia visite "errate"

Punta da un insetto mentre pulisce casa, Elisabetta muore giorni dopo in ospedale: la famiglia denuncia visite “errate”

Punta da un insetto mentre pulisce casa, Elisabetta muore giorni dopo in ospedale: la famiglia denuncia visite “errate”

PALERMO – Deceduta dopo essere stata punta da un insetto mentre puliva casa: la storia risalirebbe allo scorso 28 maggio e si sarebbe svolta a Palermo, dove la 45enne Elisabetta Semprecondio viveva.


La puntura sarebbe stata solo il primo sintomo di qualcosa dimostratosi poi maggiore: gonfiori, problemi intestinali, capogiri e lividi avrebbero letteralmente rovinato la donna, costringendola a raggiungere il Pronto Soccorso dell’ospedale locale Villa Sofia, dove però sembrerebbe che le sia stato assegnato un codice d’urgenza bianco.


A seguito di alcuni esami del sangue sarebbe arrivato il ricovero in Medicina Generale, successivamente – dopo esami e Tac di ogni tipo, compreso anche un tampone – i figli avrebbero sporto denuncia per presunte lesioni colpose subite dalla madre.

La denuncia si aggrava dopo il decesso di Elisabetta e diventa di omicidio colposo.

Da parte dell’avvocato sarebbe stato richiesto il sequestro della cartella clinica e l’autopsia sul corpo della donna. L’uomo avrebbe lamentato che tra la puntura ricevuta dalla donna e le visite fatte sulla sua persona ci sarebbero grosse incongruenze.

Immagine di repertorio