Movida nel mirino dei controlli contro l'abusivismo commerciale: 3mila euro di sanzioni

Movida nel mirino dei controlli contro l’abusivismo commerciale: 3mila euro di sanzioni

Movida nel mirino dei controlli contro l’abusivismo commerciale: 3mila euro di sanzioni

PALERMO – Proseguono i controlli congiunti della polizia municipale con le altre forze di polizia nei locali della movida, predisposti al fine di tutelare la quiete pubblica e di contrastare l’abusivismo commerciale nel rispetto delle norme relative alla somministrazione delle bevande alcoliche.


Nel fine settimana sono stati effettuati controlli nelle zone segnalate dai residenti e, in particolare, in via Bara all’Olivella, in via Dei Corrieri e in piazzetta Meli, elevando sanzioni per più di 3.100 euro.


In via Bara all’Olivella gli agenti della polizia municipale e gli agenti del commissariatoPubblica Sicurezza Palermo Centro hanno segnalato all’autorità giudiziaria e verbalizzato il titolare di un pub che svolgeva illecitamente, al fine di trarne profitto, l’attività di ristorazione all’aperto senza la prescritta concessione di suolo pubblico occupando arbitrariamente, con tavoli e sedie, una porzione di 50metri quadrati di area pubblica, corrispondente a circa il 50 per cento della carreggiata.

Inoltre, il titolare non ha rispettato i termini prescritti dal regolamento comunale sui Dehors e il locale era sprovvisto della prescritta DIA sanitaria esterna e dell’autorizzazione per il posizionamento della tenda solare. Al titolare sono state elevate sanzioni per 1.578 euro e lo stesso è stato segnalato all’autorità giudiziaria.

Un pub di piazzetta Meli è risultato regolare ai controlli. Gli agenti di polizia municipale e i carabinieri della stazione di piazza Marina hanno controllato un pub di via Dei Corrieri, che svolgeva anch’esso attività di ristorazione all’aperto senza la prescritta concessione di suolo pubblico.

Il titolare è stato segnalato all’autorità giudiziaria per aver occupato arbitrariamente con tavoli e sedie una porzione di metri quadrati di area pubblica invadendo circa il 40% della carreggiata, al fine di trarne profitto.

Gli agenti e i carabinieri hanno altresì elevato sanzioni per il mancato rispetto del regolamento comunale sui Dehors, per la mancanza della prescritta DIA sanitaria esterna e per la mancata autorizzazione per il posizionamento della tenda solare, per un totale di 1.578 euro.

Immagine di repertorio