Minorenne di 13 anni filmata a sua insaputa durante rapporti sessuali, i video finiscono in rete: 5 giovanissimi fermati

Minorenne di 13 anni filmata a sua insaputa durante rapporti sessuali, i video finiscono in rete: 5 giovanissimi fermati

PALERMO – Una ragazzina di 13 anni è stata ripresa a sua insaputa durante alcuni rapporti sessuali e i video sono stati condivisi e postati in rete.

La sezione di polizia giudiziaria della Polizia di Stato della Procura per i minorenni, ha eseguito cinque misure cautelari nei confronti di quattro ragazzi e di un maggiorenne a seguito delle indagini coordinate dal procuratore Claudia Caramanna, dal pubblico ministero Francesco Grassi del procuratore aggiunto Laura Vaccaro e dal pubblico ministero Luisa Bettiol.


A fare scattare l’indagine la denuncia presentata dai genitori in merito a un video pedopornografico che girava in rete e che ritraeva la figlia. Da quanto è stato ricostruito dagli agenti di polizia la ragazzina voleva far parte di una determinata comitiva di ragazzi.

Questi, tuttavia, le avrebbero chiesto in cambio prestazioni sessuali anche di gruppo. Incontri che venivano ripresi e commentati in chat. La vicenda è stata ricostruita anche grazie al sequestro dei cellulari e all’analisi eseguita dal consulente della procura.

I giovani indagati apparivano come soggetti spavaldi, che realizzavano video pedopornografici condivisi e quindi diffusi in rete. Dall’analisi degli smartphone emerge che erano stati diversi i video nei quali la minore era stata ripresa a sua insaputa, con scambi di commenti denigratori nei confronti della minorenne da parte degli indagati.