Maltrattamenti in famiglia, padre violento picchiava a sangue la moglie e la figlia: arrestato

Maltrattamenti in famiglia, padre violento picchiava a sangue la moglie e la figlia: arrestato

PALERMO – La Polizia di Stato, nei giorni scorsi, ha arrestato un palermitano di 44 anni poiché responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia.


L’uomo si è reso autore di una condotta violenta e vessatoria, perpetrata già da diverso tempo nei confronti dei componenti del suo nucleo familiare, composto dalla moglie e dalla figlia.

I congiunti, un po’ per pudore, ma soprattutto per timore di più gravi ritorsioni, avevano sempre sottaciuto le violenze fino a quando la figlia, in occasione dell’ennesimo episodio di percosse poste in essere sulle donne della sua famiglia e motivate da futili ragioni, non ce l’ha fatta più a sopportare e ha trovato il coraggio di avvisare la Polizia di Stato.


Quando gli agenti dei commissariati di Pubblica Sicurezza “Mondello” e “S. Lorenzo” sono giunti congiuntamente nel domicilio del quartiere popolare dove era stata segnalata la violenta aggressione, a fronte di tanti inquilini assiepati sull’uscio della porta, hanno trovato il capofamiglia, imperturbabile dinanzi la televisione, come se nessun atto di violenza fosse stato perpetrato in precedenza.

Soltanto a distanza di alcuni minuti e ancora in presenza dei poliziotti impegnati a tranquillizzare mamma e figlia, l’apparente calma ha lasciato spazio a un’alterata reazione concretizzatasi nelle solite violenze rivolte ai congiunti, stavolta sotto forma di un paventato massacro in famiglia se solo i poliziotti fossero ritornati in casa.

È stato allora che gli agenti hanno avvertito l’urgenza di un intervento deciso in ordine all’allontanamento delle due donne: si è ritenuto di attivare la procedura prevista dal “codice rosso” e di arrestare l’uomo che si trova attualmente recluso presso il carcere “Lorusso”.

Immagine di repertorio