Mafia, grosso sequestro per 250mila euro al boss Guzzino: si tratta della villa e conti bancari

Mafia, grosso sequestro per 250mila euro al boss Guzzino: si tratta della villa e conti bancari

Mafia, grosso sequestro per 250mila euro al boss Guzzino: si tratta della villa e conti bancari

CACCAMO – Circa 250mila euro è il valore totale dei beni sequestrati al boss di Caccamo (PA), Diego Guzzino (71 anni). Si tratta di una villa e di alcuni conti bancari.


Nello specifico, Guzzino è stato condannato nel 2008 in via definitiva per associazione mafiosa a 7 anni di carcere. Anche dopo, secondo quanto dicono gli inquirenti, avrebbe continuato ad accrescere il suo spessore criminale all’interno della famiglia mafiosa di Caccamo, agevolando Cosa Nostra.

Così, nel 2016, dopo l’arresto, si sono riaperte le porte del carcere per lui nell’ambito dell’operazione “Black Cat con l’accusa di estorsioni, atti intimidatori e danneggiamenti.


Ecco che allo stato attuale, con sentenza del 20 dicembre 2017 del Tribunale di Palermo, il boss Diego Guzzino dovrà scontare 8 anni e 8 mesi di reclusione. Da marzo scorso è agli arresti domiciliari.

Gli accertamenti di natura economico-patrimoniale hanno evidenziato uno squilibrio significativo, rendendo necessario il sequestro della villa nel residence “Mareluna Village” a Campofelice di Roccella (PA) e di movimenti bancari, per un valore di circa 250mila euro.

Nello specifico, la villa sarebbe stata acquistata senza fonti di reddito lecite, incompatibili del tutto con i risparmi che, invece, sarebbero stati nella disponibilità di Guzzino.