Il centro Pio La Torre entra nel circuito delle Nazioni Unite per la lotta al cybercrime

Il centro Pio La Torre entra nel circuito delle Nazioni Unite per la lotta al cybercrime

PALERMO – Il Centro Pio La Torre, a Palermo è riuscito ad ottenere lo status speciale consultivo al Consiglio Economico e Sociale (Ecosoc) delle Nazioni Unite.

L’importanza di tale riconoscimento rende, dunque, il centro attore di “utilità internazionale“, per cui potrà partecipare a riunioni delle Nazioni Unite a livello formale, con l’opportunità di fare rete con altre Ong su argomenti di interesse di tipo comune per poi metterle in atto ed evolverle in diritti.


Perché ciò avvenisse, il centro è stato registrato al comitato Onu che nei prossimi anni discuterà su come combattere il “Cybercrime” all’interno delle reti internet.

In merito a questo è intervenuto il presidente dell’associazione palermitana, Vito Lo Monaco: ” Il centro Pio La Torre è sempre stato attento alle azioni di contrasto e prevenzione delle nuove mafie schierando tutte le sue risorse sia in campo educativo che con l’adesione alla Convenzione Onu Palermo 2000, una prima risposta per contrastare la crescita dei sistemi criminali transnazionali e alle loro infiltrazioni nel sistema finanziario e nell’economia legale.

Secondo Loredana Introini, vicepresidente del centro studi : “Lo status consultivo all’Ecosoc, oltre che un riconoscimento, è per l’associazione una nuova sfida che inizia in un periodo di grande difficoltà per tutti noi. C’è bisogno di cooperazione tra le organizzazioni che promuovono i valori della solidarietà, dell’uguaglianza, della legalità e della cittadinanza sia in Italia che all’estero, per cercare, proprio come Pio La Torre, idee e soluzioni legislative in grado di garantire un futuro migliore”.