L’Asp di Palermo rinnova i contratti per 861 operatori impegnati nella lotta al Covid

L’Asp di Palermo rinnova i contratti per 861 operatori impegnati nella lotta al Covid

PALERMO – Sono stati prorogati fino al prossimo 30 settembre 861 contratti che riguardano collaborazioni coordinate e continuative e prestazioni in regime di attività libero professionale relativi al personale impegnato nella Struttura commissariale, coordinata dal commissario emergenza Covid Palermo Renato Costa e quello in forza all’Asp di Palermo.

La delibera è stata firmata ieri da Daniela Faraoni, direttore generale Asp Palermo. La spesa prevista è di circa 730mila euro e il personale, reclutato nel gennaio 2020, sarà impegnato per 60 ore mensili.


Diverse le figure professionali coinvolte. In particolare, alla Struttura commissariale della Fiera del Mediterraneo a Palermo afferiscono: 116 assistenti amministrativi, 240 assistenti tecnici periti informatici, 30 collaboratori amministrativi professionali, 41 collaboratori ingegneri professionali, 12 assistenti sociali, 15 medici, 1 assistente sanitario protezione civile, 1 infermiere, 29 coadiutori amministrativi protezione civile.

Tra i contratti libero professionali, proroga inoltre, per 27 biologi, 49 medici, 4 psicoterapeuti e 5 psicologi che si occupano di tamponi. Sono complessivamente 581 unità.

Altre 280 unità presteranno servizio nelle strutture aziendali: 71 assistenti amministrativi, 89 assistenti tecnici periti informatici, 15 collaboratori amministrativi professionali, 7 collaboratori ingegneri professionali, 9 assistenti sociali, 10 educatori professionali, 30 medici, 10 tecnici della prevenzione protezione civile, 1 coadiutore protezione civile. Ed ancora, 9 biologi ed 1 medico per i tamponi, 4 medici odontoiatri, 10 psicoterapeuti e 14 psicologi.