Incendio all’asilo nido Peter Pan di Palermo, Orlando: “Chi danneggia ruba il futuro ai bambini”

Incendio all’asilo nido Peter Pan di Palermo, Orlando: “Chi danneggia ruba il futuro ai bambini”

PALERMO –Criminali e farabutti! Chi danneggia, incendia, deruba e vandalizza un asilo ruba il futuro ai bambini e alle bambine di Palermo“. Sono queste le dure parole del sindaco Leoluca Orlando che commenta l’incendio che è stato appiccato – a quanto pare dolosamente – all’asilo del capoluogo di regione ieri e che ha visto in azione ben 3 squadre di vigili del fuoco per domare le fiamme.

Spero che gli autori del gravissimo attacco al ‘Peter Pan’ siano immediatamente identificati e colpiti con tutta la durezza che il loro comportamento ignobile merita“, prosegue.


Le parole dell’assessore Marano

Tutti i giochi sono andati distrutti, impianti elettrici fuori uso e aule tutte annerite. Si tratta di un grave danno, oltre che per i “piccoli ospiti” per l’intero quartiere. L’assessore Giovanna Marano, presente sul posto insieme al primo cittadino, ha promesso di ripristinare la situazione quanto prima possibile, per dare nuova luce all’asilo.

Su Facebook scrive: “Un nido ampio e curato il Peter Pan, colpito da un atto criminale incendiario, a danno dell’infanzia e del suo diritto ad una educazione di qualità, in quel territorio. Già è attivo il massimo impegno di tutta l’amministrazione comunale per restituirlo alle bambine ed ai bambini che lo frequentano ed alle loro famiglie, quanto prima. Rafforzeremo tutta la nostra cura educativa e il nostro impegno pedagogico senza desistere e con l’attenzione di sempre“.

Video dell’incendio all’asilo nido

Non è la prima volta, tra l’altro, che vandali prendano di mira l’asilo nido Peter Pan, sito in via Barisano da Trani. In passato, infatti, è stato oggetto di furti e atti vandalici.

Allo stato attuale, proseguono le indagini per venire a capo di quest’ultima annosa questione. Ecco il video dell’incendio rovinoso che ha colpito il plesso internamente ed esternamente, direttamente dalla pagina del sindaco di Palermo.

Fonte immagine: Facebook – Giovanna Marano