Giovane in coma dopo tuffo, ancora gravi le sue condizioni: i medici auspicano un miglioramento a breve

Giovane in coma dopo tuffo, ancora gravi le sue condizioni: i medici auspicano un miglioramento a breve

PALERMO – Rimangono gravi le condizioni di salute del 17enne ricoverato all’ospedale Villa Sofia dopo avere sbattuto violentemente la testa nella giornata di domenica 27 giugno a Mondello.

Il giovane, secondo la ricostruzione dell’accaduto, si sarebbe tuffato da uno stabilimento balneare della nota località turistica siciliana, colpendo il capo contro il fondale presente sott’acqua.


Sono così scattati i soccorsi che hanno portato la vittima all’ospedale palermitano in codice rosso. Nelle scorse ore il giovane sarebbe stato sottoposto a un delicatissimo intervento di neurochirurgia per la frattura cervicale rimediata a seguito dell’impatto.

In seguito, il 17enne è rimasto in coma farmacologico con i medici in attesa di osservare la reazione del suo corpo all’operazione.

La prognosi sulla sua situazione rimane ancora riservata, ma gli esperti del nosocomio sperano di riuscire ad assistere a dei miglioramenti già nei prossimi giorni.

Immagine di repertorio