Follia in ospedale, anziano muore e decine di parenti fanno irruzione: danneggiato un reparto

Follia in ospedale, anziano muore e decine di parenti fanno irruzione: danneggiato un reparto

PALERMO – Momenti di grande tensione all’ospedale Civico di Palermo.

La notte scorsa, dopo il decesso di un anziano di 90 annidecine di familiari hanno fatto irruzione nella struttura ospedaliera seminando il panico tra i presenti che hanno definito la terribile esperienza “un inferno”.


I parenti non si sono limitati a inveire contro gli operatori sanitari, ma – travolti dalla rabbia – hanno danneggiato ciò che li circondava. Non passano inosservati i danni alla statua della Madonna che c’era in sala d’attesa.

La Fials (Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità), per voce della segreteria aziendale, esprime “forte preoccupazione per l’escalation di atti di violenza che si sta registrando in ospedale, dove è ormai abitudine sfogare il proprio dolore contro gli operatori sanitari che altro non fanno che il proprio dovere“.

Ieri gli operatori sanitari presenti, medici e infermieri, sono stati oggetto della rabbia dei parenti del paziente deceduto. Decine di persone – hanno affermato i sindacati – hanno superato la portineria e la vigilanza salendo al secondo piano e distruggendo persino la statua della Madonna che c’era in sala d’attesa. Solo per pura coincidenza gli operatori sanitari sono rimasti illesi. Chiediamo alle Istituzioni che vengano adottate misure urgenti per tutelare il personale prima che accada il peggio“.

Foto Ansa